Diletta Leotta e Can Yaman, anche lei conferma l’inizio della favola d’amore (Foto)

Continuano a dire e non dire Diletta Leotta e Can Yaman ma poco fa anche lei ha pubblicato una foto di coppia. Ancora una volta sono uno accanto all’altra, ancora una volta stanno facendo qualcosa insieme. Non c’è dubbio che siano entrambi molto sportivi e che adesso amino entrambi i cavalli. Can Yaman è rimasto a Roma, un lavoro dopo l’altro è molto impegnato ma sembra anche che sia impegnato con la conduttrice. Diletta Leotta era sparita per qualche giorno dai social, comparsa poi nella foto sul profilo dell’attore turco e adesso lo scatto che dice tutto. Un cavallo bianco e loro due, il loro amore. C’è ancora qualche dubbio? Lei lo annulla scrivendo “C’era una volta…”. E’ l’inizio di una favola d’amore e non si riferiva di certo al cavallo bianco.

CAN YAMAN E DILETTA LEOTTA SONO FIDANZATI

Il principe azzurro c’è, il cavallo bianco anche e la principessa non potrebbe che essere la bellissima conduttrice. C’è però chi ancora non è convinto che i due stiano insieme. Pensano ancora a una mossa pubblicitaria. La star di Day Dreamer invece sembra avere tutta l’intenzione di mostrare il loro amore, il suo gesto è evidente, l’abbraccia e la protegge.

Tra i convinti che non si tratti di affari di cuore c’è Alberto Dandolo che ha già raccontato gli interessi professionali che potrebbero nascondersi dietro queste foto. Non ci resta che attendere un bacio, una dichiarazione d’amore, un vero annuncio ufficiale. In caso contrario sarebbe una vera delusione, tanti indizi e poi quel “c’era una volta…” e alla fine nessuna favola.

San Valentino si avvicina e più di una coppia in questi giorni sta uscendo allo scoperto con annunci dolci e romantici. Attendiamo la prossima mossa o la prossima foto di Diletta Leotta e Can Yaman. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.