Lando Buzzanca in ospedale, la compagna protesta: “Non posso vederlo”

Lando Buzzanca è stato ricoverato in ospedale dopo una caduta in casa ma la sua compagna, Francesca Della Valle, protesta. Il suo sfogo è perché sembra non possa avere notizie di Lando. Vorrebbe conoscere le sue condizioni di salute ma l’assistente di sostegno scelto dai figli dell’attore non glielo permetterebbe. Sono le sue dichiarazioni, sono le parole di Francesca Della Valle dopo il ricovero di Buzzanca all’ospedale Santo Spirito di Roma. La coppia sta insieme da cinque anni, dal 2016. Fu l’attore palermitano ad annunciare il legame con una donna più giovane di 35 anni dopo la morte della moglie, Lucia Peralta, nel 2010. 

LO SFOGO DELLA COMPAGNA DI LANDO BUZZANCA

E’ tra le pagine del settimanale Oggi che la Della Valle ha spiegato: “Io amo Lando e voglio salvargli la vita. Tenermi lontana da lui è violare il suo benessere psicofisico, che è fondamentale per la salute. Mi sembra di vivere in un incubo, la notte non dormo pensando a quanto possa sentirsi solo”.

Sembra che i figli di Buzzanca, Mario e Massimiliano, abbiano nominato un amministratore di sostegno per aiutare l’attore nella gestione del patrimonio. Già ne ha parlato il diretto interessato due anni fa spiegando dei controlli a cui doveva sottoporsi per volere dei figli e negando che la reazione con Francesca potesse mettere in pericolo il suo patrimonio.

Lei ha intenzione di proseguire la sua battaglia non solo per se stessa ma per tutte le donne che non sono mogli ma compagne da una vita: “Noi siamo una coppia riconosciuta da anni, abbiamo vissuto il nostro amore pubblicamente. Lando ha dichiarato in tv che mi voleva sposare…” ha poi aggiunto che ha addirittura scritto al presidente della Repubblica per chiedere aiuto. 

“Ho persino scritto al presidente della Repubblica per chiedergli aiuto. Perché Lando Buzzanca è un pezzo di storia del cinema italiano, patrimonio della nostra cultura. E come tale va tutelato”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.