E’ polemica dopo il parto di Belen a Padova: tutto il piano riservato, bufera in ospedale

A quanto pare non solo gossip, ma anche cronaca. Sarebbe nata una polemica molto forte dopo la decisione di Belen Rodriguez di dare alla luce la sua seconda figlia in un ospedale lontano da Milano. Come saprete la piccola Luna Marì è nata a Padova e a quanto pare, in vista del parto della show girl, in ospedale sono cambiate diverse cose. La notizia è stata data direttamente da persone che lavorano nel reparto di ginecologia che ha ospitato la Rodriguez e il suo compagno, Antonino Spinalbese, nei giorni del parto. Stando a quanto è stato riferito, ci sarebbero stati dei favoritismi ( come testimonierebbe anche un volantino appeso proprio nel reparto dove la bambina è nata). La show girl ha scelto di far nascere Luna Marì a Padova per poi trasferirsi direttamente a Rovigo, nella villa di famiglia del suo compagno, stando a quello che racconta il Corriere Veneto.

Su Nursetimes, sito di informazione dedicato al mondo ospedaliero e degli infermieri, viene pubblicato una sorta di volantino, appeso nel reparto, che sembrerebbe essere l’ordine di servizio . Secondo quanto avrebbero raccontato alcune persone che lavorano nella struttura, sarebbe apparso nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Giustinianeo di Padova. Il cartello informa sui cambiamenti apportati al piano di lavoro nel reparto, dove un intero piano pare sia stato dedicato a Belen Rodriguez. Tutto da confermare ovviamente, anche perchè si tratta di un foglio che chiunque potrebbe aver stampato e appeso.

E’ polemica per il trattamento di favore a Belen in ospedale a Padova

Si legge: “Causa Belen e fino a nuovo ordine, divisione ostetricia, ascensori den.4 e den.7, i pulsanti in cabina relativi al 3° piano sono disabilitati su ordine di P.I.” . Questo significa quindi che nessuno ha potuto raggiungere il reparto al terzo piano con l’ascensore. Sarà vero? Nessuna delle persone presenti nel reparto ha fatto notare queste problematiche ( secondo molti il reparto era stato liberato in toto per ospitare solo la show girl). Per il momento nessun responsabile dell’ospedale ha commentato la notizia. E quindi, senza niente di ufficiale, si tratta solo di illazioni.

Ci fa molto piacere che la signora Rodríguez abbia scelto il nostro incantevole Delta per far nascere Luna Marì. Auguriamo alla signora Belén Rodríguez e alla sua famiglia grande serenità prima e dopo il lieto evento“, si leggeva nella nota con la quale l’amministrazione aveva comunicato qualche giorno fa la presenza di Belen all’interno della struttura ospedaliera padovana.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.