Gracia De Torres racconta che l’inseminazione artificiale l’ha salvata

gracia de torres inseminazione artificiale

Anche Gracia De Torres confida il suo dolore durato quattro lunghi anni oggi è incinta ma ha pensato di non potere diventare madre, di non riuscire a dare un figlio a suo marito. Ha sofferto, si è data tante colpe assurde, poi ha scelto l’inseminazione artificiale e adesso mostra il suo pancione. L’ex naufraga oggi è piena di gioia, solo oggi racconta il suo dramma, perché per lei avere un figlio era fondamentale, come lo è per tante donne. Nel 2018 Gracia De Torres ha sposato Daniele Sandri ed è soprattutto a lui che pensava ogni volta che dopo la delusione di ogni mese doveva dire a suo marito che non era incinta. Dava la colpa a se stessa e solo oggi che è felice perché sta per avere due gemelli Gracia De Torres riesce a parlarne e racconta di quanto l’inseminazione artificiale l’abbia salvata dal dolore.

Gracia De Torres sui social racconta di stimolazioni e preghiere per restare incinta

La vede come una salvezza l’inseminazione artificiale a cui lei e suo marito hanno fatto ricorso per avere un figlio. Forte della sua esperienza trova sia giusto raccontarlo a tutti. “Pensavo non sarebbe mai arrivato .Piangevo convinta che non potrei aver mai visto la gioia nella faccia di mio marito dicendogli : SONO INCINTA”. Dava la colpa a se stessa: “Giorno dopo giorno , per 4 anni , ogni 28 giorni dovevo dire ; amore mi è arrivato il ciclo .Dopo stimolazioni , preghiere , provare a non pensarci , piangere, smettere di fare sport , mangiare ancora più sano … NIENTE , non arrivava…”.

Oggi è orgogliosa perché non si è arresa e sta per realizzare il suo sogno, il desiderio di suo marito. Si parla poco di questi problemi e l’ex naufraga ha intenzione di andare avanti per aiutare le altre coppie, le altre donne. Oggi ringrazia tutti, felice del suo pancione e della scelta fatta.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.