Luca Argentero e Cristina Marino alla Prima della Scala anche loro indossano Armani

argentero marino teatro

E’ sempre un grande evento la Prima della Scala ma ieri era immenso dopo le chiusure, ed è stato emozionante anche per Luca Argentero e Cristina Marino. La coppia ha partecipato all’evento milanese spiccando tra personalità e volti noti, godendosi la serata, l’arte e sfoggiando gli abiti scelti per l’occasione. Cristina Marino e Luca Argentero hanno scelto Giorgio Armani, come molti altri dei presenti. Ovviamente la Prima è sempre all’insegna dell’eleganza, del nero, del velluto, degli smoking, c’è chi osa ma la coppia è rimasta fedele al classico, alla tradizione. Tutti in nero in platea? Quasi tutti e la Marino e Argentero hanno puntato sulla scelta che non fa errori. Tantissimi gli invitati all’evento, tantissimi farebbero di tutto per partecipare.

Cristina Marino e Luca Argentero, quante foto nel Teatro alla Scala

Cristina entusiasta, bellissima, ovviamente desiderosa di avere tante foto della serata. I selfie con il marito, gli scatti di Luca a lei che era in abito nero con spalle scoperte, scollatura profonda a cuore e i capelli lasciati sciolti. I gioielli ad illuminare il make up e poi l’inaugurazione della stagione teatrale.

Sul profilo social dell’attrice, modella e imprenditrice le foto della serata, scatti bellissimi, soprattutto quelli in bianco e nero. Luca e Cristina sembrano venire fuori da un’epoca di decenni fa, bellissimi. Complici da sempre si sono emozionati con il Machbeth di Giuseppe Verdi diretto da Riccardo Chailly.

Tra i presenti alla Prima anche il virologo Roberto Burioni, questa volta non solo musicisti, rappresentanti del mondo delle istituzioni, del mondo dello spettacolo ma anche volti noti emersi per la pandemia. Ieri sera un ritorno alla vita, tutti ovviamente con le mascherine e tutti ovviamente vaccinati. Tra tanto total black è la firma di Giorgio Armani che in tantissimi hanno sfoggiato, la grande maggioranza. Chissà cosa avrebbe indossato Ornella Vanoni se la caduta in treno non l’avesse costretta a casa.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.