Perchè la scelta di Aurora Ruffino nel ruolo di Rebecca Pearson in Noi non ci convince

Mandy Moore è la meravigliosa attrice che dà il volto a Rebecca Pearson, una delle protagoniste femminili della serie This Is Us che presto arriverà in Italia e andrà in onda sui canali Rai con il titolo Noi. Le riprese sono partite da pochissimi giorni e non si sa molto di quello che vedremo in quello che si può definire una sorta di remake italiano della serie. Sappiamo però che il ruolo di Rebecca sarà interpretato dall’altrettanto brava Aurora Ruffino. L’attrice si è distinta per alcuni ruoli molto molto difficili da interpretare e ha sempre brillato nelle serie di cui è stata protagonista. Quello che era un volto di una giovanissima attrice, un talento nascente del cinema e della tv italiana, si è trasformato in una certezza. E quindi nessun dubbio su quanto sia brava Aurora e su come finora sia stata sempre impeccabile nei ruoli che ha interpretato. Ma la scelta di affidarle il ruolo di Rebecca Pearson in This Is Us che all’italiana diventa Noi, ci lascia davvero perplessi. L’avremmo vista magari perfetta per il ruolo di Sophie la fidanzata di Kevin, il figlio di Rebecca, non per la protagonista di questa serie che, nel corso delle stagioni, passerà dall’avere 18 anni ad averne più di 80.

Cinque anni di differenza all’anagrafe, tra le due attrici, non sono neppure tanti, siamo forse noi che siamo stati abituati a vedere Aurora per lo più in ruoli da adolescente, ragazza molto giovane, e che quindi forse non ce la immaginiamo prima cinquantenne, poi mamma di tre figli di quarant’anni. Sarà anche la sua costituzione molto esile, quel volto da eterna sedicenne che proprio non ci permettono di leggere nel suo sguardo quello di una madre di tre gemelli, che ha perso il grande amore della sua vita. Ecco se pensiamo che una delle prime candidate al ruolo di Rebecca era Serena Rossi, riusciamo a spiegare quelli che forse dovevano essere i connotati dell’attrice per Rebecca. Poi va detto, magari saremmo piacevolmente stupiti dalla chiave di lettura che sarà data a Noi in Italia. Anche perchè non tutti hanno visto la serie in versione americana e potrebbero quindi essere colpiti dalle scelte fatte. Il dubbio però ci resta.

Aurora Ruffino sarà Rebecca Pearson in Noi il remake italiano di This Is Us

E ci sono anche altri motivi che ci lasciano qualche perplessità. Pensiamo ad esempio al ruolo di Kevin, l’attore hollywoodiano che nella serie Noi, in Italia, sarà interpretato da Dario Aita nella sua fase da trentenne-quarantenne. Un volto perfetto per una malinconica star della tv che si divide tra festini e il set sempre pieno di donne ma travolto dall’alcol e dall’insoddisfazione. Dario Aita perfetto per età, per volto, per intenzioni. Ma qui c’è un altro grande punto interrogativo. I fan di Dario e anche di Aurora, sanno bene che questa coppia in passato ha fatto sognare. Li abbiamo visti crescere e amarsi sul set di Questo nostro amore, amatissima fiction della Rai dove erano Bernardo e Benedetta . Ecco come si può pensare di vedere una fiction dove quella stessa attrice che interpretava la fidanzatina adolescente di un Bernardo anch’egli giovanissimo, possa essere la madre settantenne dello stesso attore che di anni ne ha appena compiuti quasi 40? Ecco davvero davvero complicato. Non solo i truccatori dovranno fare un grandissimo lavoro per rendere il tutto credibile ma la stessa Aurora Ruffino dovrà cambiare totalmente per non lasciarci mai pensare a quello che è stato…

Non sono i dati anagrafici a contare chiaramente, Justin Scott Hartley che nella serie This Is Us veste i panni di Kevin, è nato nel 1977, è persino più “grande di sua madre” visto che la bella Mandy Moore è nata invece nel 1984 ( e coetaneo anche di “suo padre”, Milo Ventimiglia, ossia Jack Pearson che ha la sua stessa età). Non è l’anagrafe che si discute ma il come ci si presenta. Anche le attrici di Bridgerton sono tutte, nella serie, delle quindicenni ma hanno il doppio degli anni nella realtà, solo che nessuno mai lo immaginerebbe! E’ la credibilità di un volto appunto, e Aurora Ruffino al momento, non sembra essere adatta al ruolo di una madre di tre gemelli, di una donna segnata dalla vita, dalla perdita di quell’uomo che era tutto per lei. Difficile immaginarla in preda ai primi acciacchi dell’età, ai primi problemi neurologici. Ovviamente, ed è bene sempre precisarlo, solo una nostra sensazione, che ci auguriamo, di poter smentire sin dal primo episodio di Noi.

La serie è così bella e racconta una storia così speciale, che potrebbe davvero far innamorare il pubblico, che pensare che ci sia anche solo un dettaglio fuori posto, per tutti i fan della serie, è cosa difficile da digerire.

Poi sono gusti, questo è anche abbastanza chiaro. Ci sono stati degli esperti che hanno scelto, ci sono state delle scelte fatte e ci sono sicuramente delle motivazioni. Ma è anche vero che il parere di chi guarda è fondamentale.

Chiudiamo ribadendo che la nostra speranza è quella di essere smentiti, di vedere una strepitosa attrice, come Aurora è, anche in questo ruolo così difficile e delicato. Attendiamo quindi con ansia questa prima stagione di Noi, per ritrovare tutto quello che di bello abbiamo amato in This Is Us, una delle serie più belle dell’ultimo decennio.

( per la foto di copertina, immagine da Twitter-CinguettaRai)

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.