GF 11, Guendalina e Remo: parleranno gli avvocati

Ad un mese esatto dalla fine del GF 11 sono ai ferri corti Guendalina Tavassi e Remo Nicolini. Lei, nota per avere partecipato al reality show di Canale 5, lui, noto per essere il suo ex compagno e padre della piccola Gaia. Al principio Remo e Guendalina sembravano legati da un amore destinato ad unirli per sempre, nonostante i tradimenti di entrambi e i continui tira e molla, poi la notizia ,ricevuta da lei quando ancora era nella Casa del GF 11, ha stravolto tutto, o almeno così sembra.

Remo in brevissimo tempo si è innamorato di un’altra donna, Claudia Losito, ha deciso di volere un figlio da lei e attualmente sono in attesa del lieto evento, notizia sulla quale persistono numerosi dubbi, ha programmato il matrimonio, ha lasciato Claudia, ha infine dichiarato che sarà sempre Guendalina la donna più importante della sua vita.

Ma ieri Remo ha inviato una mail a Barbara D’Urso che nel corso di Pomeriggio Cinque l’ha letta mentre Guendalina in collegamento ascoltava sbalordita. L’ex fidanzato della giovane mamma romana in pratica le ha dichiarato guerra, dicendo di essere stanco di tutte le menzogne di Guenda, di tutte le falsità che propone ai telespettatori, confermando che, invece, nella vita privata loro due non hanno alcun problema.

La Tavassi ci ha messo meno di un secondo per reagire, ha dichiarato che tra loro non ci sarà più alcun rapporto e che la risoluzione dei problemi tra lui e Gaia è già stata affidata ad un avvocato. Adesso spetterà ad un giudice definire visite e altro, l’ex concorrente del GF 11 si è detta stanca di tante parole inutile e di tutte le domande a cui deve rispondere. Ha chiesto di non essere più invitata a parlare né di Remo né di Claudia, di lui parlerà solo con gli avvocati…

Ma la soap opera non finisce di certo qui…

S.L.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.