Rita Forte a Vieni da me racconta i momenti più brutti della sua vita (Foto)

rita forte

Era solo una bambina Rita Forte quando suo padre è morto in un incidente stradale e a Vieni da me oggi ha raccontato tutto, perché sono quelle piaghe che non si rimarginano mai e lei ricorda tutto nonostante avesse solo 8 anni (foto). A Vieni da me Rita Forte ha raccontato il legame che aveva con sua madre, aveva 39 anni la sua mamma quando è rimasta da sola con lei, non si è rifatta una vita, non si è più innamorata. Rita racconta che era una bambina fragile, che quando sono saliti in macchina con sua madre, suo zio e suo cugino per andare in ospedale a Latina e hanno scoperto che ormai suo padre era morto, tutto è cambiato. Ricorda il vestitino blu che indossava, ricorda ogni cosa. Da quel momento ha vissuto sempre con sua madre e una per l’altra, fino a quando è volata via, nel 2009. Un altro momento difficile da superare ma prima ancora la cantante ospite oggi di Caterina Balivo aveva avuto un incidente in cui ha rischiato davvero la vita.

RITA FORTE OSPITE A VIENI DA ME

“Non era arrivato il mio momento” ha commentato spiegando che secondo lei l’ha protetta un angelo, forse suo padre. Una moto l’ha presa in corsa sbalzandola nella corsia opposta dove passano gli autobus, a Roma. “Non sono svenuta, ho sbattuto la testa ma subito mi sono ripresa e ho pensato che ero sulla corsia degli autobus ma avevo il bacino rotto”. Non poteva muoversi e ha fatto in modo di farsi notare per chiedere aiuto, per fare arrivare gente così gli autobus si sarebbero fermati. Un dottore al Policlinico Umberto I a Roma l’ha salvata, è riuscito a non operarla tenendola immobile in trazione per più di un mese.

C’è anche una dolce notizia che la riguarda, da 8 anni vive una bellissima storia d’amore con Raniero, è stato il suo primo fidanzato quando aveva 17 anni, un amore ritrovato che oggi la rende felice e non più sola, non più zitella, dice la Forte ridendo e ricordando Luciano Rispoli.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.