Parte il torneo di Reazione a Catena: tutti pronti a sfidare I Tre di Denari


L’estate sta finendo ma c’è ancora tempo per il gioco estivo che stuzzica la mente su Rai 1! Da questo pomeriggio infatti parte sulla prima rete Rai il Torneo di reazione a Catena. La cosa interessante è che a sfidare i Tre di denari, campionissimi in carica, i più forti di sempre, saranno tutte squadre sbocciate in questa edizione di Reazione a catena. Marco Liorni condurrà quindi questo torneo che decreterà i campioni dei campioni. Una ottima edizione di Reazione a Catena quella che Marco Liorni ha condotto. Dopo una partenza più che criticabile, nelle prime puntate risultava ingessato e poco coinvolto, il conduttore ha preso per mano il programma e lo ha fatto suo. Fino pensate, ad arrivare alla puntata di ieri che è stata aperta dal coro del pubblico che intonava per lui “Sei bellissimo”. Insomma un successone…

Ma torniamo a noi: che cosa vedremo nel corso di questo torneo di Reazione a catena?

PARTE IL TORNEO DI REAZIONE A CATENA: ECCO CHE COSA SUCCEDERA’

Nel corso delle prime 4 puntate si affronteranno le 4 squadre che hanno partecipato all’attuale stagione televisiva di “Reazione a catena” e che si sono distinte più delle altre per il montepremi complessivamente vinto. Si tratta de I Tre Forcellini (Treviso e Torino), I Blabla (Monza e della Brianza e Lecco), I Sali e Scendi (Torino e Roma), I Perché No (Milano). Tutte squadre composte da giovanissimi che hanno davveromolta voglia di lasciare il segno!

La squadra che uscirà vincitrice da queste prime 4 puntate si aggiudicherà il titolo di “Squadra campione di Reazione a catena 2019” e il 24 settembre affronterà “I Tre di Denari” per strappar loro il titolo di “Campione dei campioni di Reazione a catena”.

Vi ricordiamo infatti che, a differenza di quanto annunciato nelle passate settimane, il programma andrà in onda appunto fino al 24 settembre per poi lasciare la linea, il mercoledì alla nuova edizione de L’eredità con Flavio Insinna.

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close