Serena Enardu torna in lacrime a casa dopo il no al Grande Fratello Vip (Foto)

Serena Enardu è tornata sui social dopo la notte di lacrime per il mancato ingresso nella casa del Grande Fratello Vip e forse anche per tutti i commenti negativi per lei ma a favore di Pago. Con una bella foto dall’aeroporto di Fiumicino la Enardu ha salutato tutti ammettendo il suo dolore perché il pubblico non le ha permesso di trascorrere almeno una settimana con Pacifico. Ha anche ringraziato chi invece l’ha sostenuta, anche se forse è più giusto dire che chi ha votato per farla entrare al Gf Vip era per lo più curioso di vedere il seguito. I telespettatori che hanno seguito l’ultima edizione di Temptation Island Vip e il Gf Vip 2020 hanno voluto tutelare il cantante, hanno voluto proteggerlo e fare in modo che facesse il suo percorso pensando a se stesso. Hanno punito Serena Enardu e soddisfatti l’hanno rispedita a casa. Infatti, in questo momento sta tornando in Sardegna dove prima di tutti c’è suo figlio Tommaso che l’aspetta.

SERENA ENARDU HA PIANTO TUTTO LA NOTTE

“Ho pianto tanto… tutta la notte! Non so ancora se ho fatto la cosa giusta per “me” …ma sono sicura di aver fatto la cosa giusta per Noi. Voglio ringraziare tutte le persone che hanno votato affinché io potessi stare lì con Pacifico. Grazie di cuore a tutti” questo il suo post dall’aeroporto condiviso pochi minuti fa. Cosa vuol dire l’ex tronista di Uomini con “non so ancora se ho fatto la cosa giusta per me”? E’ così difficile capire se una persona che hai amato per anni è ancora la persona che vuoi accanto?

E’ anche questo che il pubblico dei reality non le perdona, la sua indecisione che per altri è volere approfittare della situazione, della visibilità che questa volta è stata concessa solo a Pago. Ovviamente attendiamo il seguito, non può finire così.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.