C’è posta per te ascolti pazzeschi: quasi sei milioni per Maria al sabato sera

Questa edizione non è iniziata con il botto per quello che riguardale storie ( parliamo di quel sano trash che il pubblico di C’è posta per te vuole vedere, tra litigi, rivelazioni, bugie e mezze verità). A dominare invece i sentimenti, le storie di famiglie specchio di una bella Italia. Ma anche i super ospiti che Maria ha deciso di portare alla sua corte, davanti alle tanto temute buste di C’è posta per te. Non è un caso se la puntata del 18 gennaio 2020 di C’è posta per te batte ogni record: nessun calo della seconda puntata, quasi sei milioni di spettatori davanti alla tv, fa meglio dell’esordio e fa persino meglio dello scorso anno. Numeri da record che superano il 30 % di share e fanno riflettere su come C’è posta, possa essere una sorta di caso studio, un qualcosa difficile da analizzare perchè il tempo passa, il format resta lo stesso, ma il pubblico cresce sempre di più. E su Rai 1 c’è anche una buonissima concorrenza, perchè per Alberto Angela fare quasi 4 milioni di spettatori con una contro programmazione simile, non è di certo semplice.

A proposito di numeri, eccoli:

Meraviglie su Rai 1 registra 3.829.000 spettatori pari al 17.7% di share. Su Canale5 il secondo appuntamento con C’è Posta per Te ha raccolto davanti al video 5.914.000 spettatori con uno share del 30.9%. 

BOOM PAZZESCO PER C’E’ POSTA PER TE: ASCOLTI ANCORA D’ORO

C’è posta è sempre C’è posta e da anni si cerca di capire quale sia il segreto di Maria. Il pubblico continua ad amare un programma che è quasi identico alla sua prima edizione, in onda ormai quasi 20 anni fa. Maria de Filippi ha il merito di scegliere le storie, insieme alla sua squadra, di scegliere anche gli ospiti migliori in un dato periodo e di sapere, con le sue parole, ipnotizzare. Perchè magari se anche una storia è debole, si spera sempre che dopo arrivi il meglio o comunque ci si ritrova ad ascoltare e spesso anche a riflettere.

C’è una cosa che a nostro avviso ha rafforzato il “potere” di C’è posta per te: i SOCIAL. Fino a qualche anno fa infatti la storia nasceva e moriva in tv. Adesso invece mentre Maria parla con i protagonisti delle storie, sui social si cercano nomi e cognomi dei presenti per andare a capire, dai profili personali, quello che è successo dopo, chi sono davvero, cosa stanno facendo. Ed ecco quindi che si cercano conoscenti, testimoni, persone che possano conoscere qualcuno o qualcosa di cui parlare anche altrove. Se c’è posta va in onda in tv, sui social va in onda una sorta di spin off con considerazioni, processo alla Forum, raccolte di prove alla Quarto Grado. Un format nel format che si sposta sul web ma che ha il merito di far parlare perchè quando un argomento diventa “topic trend” sui social, qualcuno accende anche la tv per capire cosa stia succedendo.

Analizziamo ad esempio quando successo anche ieri quando Can Yaman è arrivato nello studio di Mediaset. Qualora qualche fans se lo fosse dimenticato, da twitter arrivava il promemoria: l’hashtag #cepostapertecanyaman è entrato nei trending topic della serata. Difficile non sintonizzarsi su Canale 5. E a questo si aggiunge anche il successo dei video, delle clip e delle puntate da rivedere in streaming. Un vero impero che Maria ha saputo costruire e rafforzare, oggi davvero inespugnabile.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.