Il cantante mascherato batte il GF VIP 4 che floppa clamorosamente: ascolti da brivido per Alfonso Signorini

Che venerdì sera amaro per gli ascolti tv. Certo si parlerà di successi, anche perchè ormai i numeri ogni ufficio stampa se li legge a piacimento, come fanno anche i conduttori. Ma i numeri, come diciamo da anni, restano sempre tali e possiamo tranquillamente dire che nella serata del 24 gennaio 2020 sia Il cantante mascherato che il GF VIP 4 non hanno brillato. Il programma di Milly Carlucci può anche vincere la sfida contro Canale 5, e magari in Rai ci si accontenta di questo. Ma vista tutta l’attesa che si era creata verso questo programma, portare a casa gli ascolti registrati ieri, non è un risultato di cui essere particolarmente fieri.

Vediamo quindi quelli che sono i numeri della prima serata del venerdì sera, per poi fare una riflessione.

ASCOLTI TV 24 GENNAIO 2020: I DATI AUDITEL DEL CANTANTE MASCHERATO

3,7milioni di spettatori ed il 18,7% di share.

Pare che il dato potrebbe diventare più alto, comprendendo anche i numeri del TG1.

ASCOLTI TV 4 GENNAIO 2020: I DATI AUDITEL DEL GF VIP 4

Su Canale 5 – dalle 21.48 all’1.09 – Grande Fratello Vip 4 ha raccolto davanti al video 2.761.000 spettatori pari al 16.2% di share (Grande Fratello Vip Night della durata di 11 minuti: 1.261.000 – 21.5%).  Un disastro, non ci sono altri termini per parlare del caso ( la terza edizione del GF VIP era stata considerata un flop ma alla sesta puntata, incassava una media di 3,2 milioni di spettatori, il confronto con il dato di ieri è quindi clamoroso).

Analizziamo il caso Grande Fratello VIP 4. Il primo grosso problema è legato chiaramente alla programmazione. Un programma non può andare in onda 5 volte in due settimane, non è possibile, non è pensabile. Soprattutto se non c’è NULLA DA DIRE, se non si dà spazio ai concorrenti di questa edizione e si creano dinamiche. Il secondo problema, altrettanto grande, è il conduttore. Alfonso Signorini che bacchetta Salvo Veneziano e che se la ride poi quando Antonella Elia e Zequila danno della cessa a Valeria Marini. Che sgrida i concorrenti dicendo che i salotti di un certo tipo a lui non piacciono ( attenzione che il litigio con la d’urso è dietro l’angolo anche stavolta). Che si erge a conduttore aulico ma sta facendo il Grande Fratello VIP e spesso se lo dimentica…Molto spesso abbiamo parlato dell’empatia zero di alcuni conduttori, dell’arrivare al pubblico. Ecco lui non lo fa. E se al suo posto questi numeri e questi sfraceli li avesse fatti Alessia Marcuzzi, avremmo letto titoli e titoli apocalittici contro di lei, come del resto è successo lo scorso anno per l’Isola. La cosa è molto semplice: non è adatto.

Il terzo grosso problema di questa edizione del GF VIP sono gli opinionisti: Wanda Nara avrebbe anche delle ottime idee ma non le sa esporre semplicemente perchè non parla bene in italiano, non le viene dato il tempo per fare un discorso e non si capisce mai un cavolo di quello che vuole dire. Pupo potrebbe mettere la giusta zizzania e prende anche delle posizioni corrette, peccato però che poi si lascia zittire dal conduttore e tutto finisce a tarallucci e vino.

Il quarto grande grandissimo problema è il format che non è più quello di prima. Una volta si sperava di ricevere una sorpresa dall’esterno, che era qualcosa di inaspettato. Oggi invece i concorrenti sanno bene che si parlerà di chi sta fuori e per nulla di loro. Ecco quindi che in settimana nella casa non si fa nulla, nulla di nulla. Sono lontani i tempi in cui Luca Onestini e Raffaello Tonon movimentavano la casa, lontani i tempi di Cecilia e Ignazio nell’armadio, lontani i tempi della bellissima amicizia tra Giulia de lellis e Ivana, lontani i tempi delle confessioni di Daniele Bossari…Non è più il GF di chi in casa ha qualcosa da dire ma il GF di chi fuori dalla casa ha più parenti, ex, nemici, amici da portare dentro

Passando al Cantante Mascherato abbiamo già esposto in questo articolo precedente dedicato alle scelte di Milly di portare in studio tre vip che potrebbero essere il leone, il nostro pensiero, numeri a parte. Il format è vincente, il format originale. In Italia come sempre ci si perde dietro a chiacchiere, tempi morti, aggiunte che non servono. Il primo problema è la giuria: presi singolarmente i giurati sono sicuramente eccellenze del mondo dello spettacolo ma per questo programma, insieme, non funzionano. Il secondo problema è il cast di questa edizione del cantante mascherato. Se la Rai aprisse leggermente di più il portafoglio e si potesse anche solo pensare che dietro a una di quelle maschere ci fosse un ARTISTA di quelli che oggi, non negli anni 70, sono seguitissimi e amatissimi dal pubblico a casa forse l’interesse sarebbe maggiore. Per l’amor di Dio Al Bano è uno dei numeri uno in Italia, Arisa è una grandissima cantante ma serve ben altro per incollare davanti alla tv il pubblico. Pensare ad esempio a un giovane Yotuber non sarebbe stato malaccio, per dire. Serviva altra benzina e non è arrivata.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.