Malore per Mara Venier a Domenica IN: medico in studio ma lei continua

Puntata complicata per Mara Venier quella di Domenica IN del 2 febbraio 2020. Complicata come sempre perchè in studio succede sempre di tutto, dai rumori al chiacchiericcio del pubblico ma non solo. Per la conduttrice infatti c’è stato un momento di blackout. E’ stata la stessa Mara, una volta passato tutto, a raccontarlo a Gianluca Grignani prima della sua intervista. “Devo dirti che oggi è stata una puntata difficile, non sono stata molto bene qui fa molto caldo infatti ho chiesto di aumentare l’aria condizionata, non sapevo se ce l’avrei fatta. Hanno chiamato il medico perchè mi sentivo proprio svenire. Adesso va molto meglio. Mica potevo andarmene e stendermi in camerino e non fare l’intervista con te, sono tornata friccicarella”” ha scherzato Mara dopo aver confessato a tutto il suo pubblico quello che era successo.

MALORE A DOMENICA IN PER MARA VENIER NELLA PUNTATA DEL 2 FEBBRAIO 2020

Effettivamente la conduttrice, tradiva il fatto che non fosse in forma dal suo sguardo. Mara è sempre molto limpida, si vede se è a suo agio oppure no. E si era capito che non fosse al massimo della forma anche durante l’intervista ad Arisa. Per fortuna però si è ripresa e ha continuato a sorridere e a fare il suo lavoro!

La conduttrice in precedenza si era lamentata, sia nel corso dell’intervista con Arisa sia durante il blocco con Vanessa Incontrada per il rumore che il pubblico in studio stava facendo. “E‘ difficile, se ci fosse qualcuno ad aiutarmi, non sarebbe male” aveva detto Mara, molto scocciata per la situazione che si era venuta a creare. Probabilmente anche il fatto che stesse poco bene ha amplificato i soliti problemi che purtroppo ci sono in ogni puntata di Domenica IN.

La conduttrice è andata poi avanti con Gianluca Grignani ascoltando con piacere le sue canzoni!

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.