Che flop il trono classico di Uomini e Donne: la Balivo si avvicina sempre di più con Vieni da me


Che batosta per il trono classico di Uomini e Donne in onda il 21 febbraio 2020. Da tempo non si vedeva un risultato così basso. Un milione di spettatori in meno rispetto al trono over che registra una media di 3 milioni di spettatori ogni giorno ( che sia venerdì, lunedì o martedì poco cambia). La scelta di mettere in pausa il trono classico e cancellarlo per dieci giorni non ha pagato. Nessuna nostalgia canaglia per il pubblico che anzi, ha bocciato senza nessuna esitazione, il ritorno dei giovincelli su Canale 5. Un risultato che porta anche delle conseguenze nel pomeriggio della rete visto che il traino per Amici, day time del Gf e Segreto risulta molto basso. Ovviamente a gioire per il risultato catastrofico del trono classico di Uomini e Donne è Rai 1. Vieni da me registra un ascolto medi di 2 milioni di spettatori e la soap Il Paradiso delle signore vola in alto. Bene anche La vita in diretta che segna un ottimo risultato e che fa un ottimo lavoro in un pomeriggio difficile per via degli aggiornamenti sul coronavirus da dare.

A nostro avviso, le ragioni del fallimento del trono classico non sono neppure da rintracciare in questa stagione. Purtroppo tutto quello che è successo negli ultimi due anni ha fatto si che il pubblico perdesse la fiducia nei volti scelti dalla redazione per sedersi su quella poltrona. E le ultime scelte sono state abbastanza imbarazzanti: il trono classico è un mix tra Temptation Island, Grande Fratello, altre edizioni di Uomini e Donne. Il pubblico a casa non si emoziona, non si rivede in quelle storie, non ci crede più. Il dopo “Sara Affi Fella” non è stato semplice da gestire ma il problema è che si sono prese delle scelte sbagliate, una dietro l’altra.

Pensiamo ad esempio anche a Giulio Raselli e Giulia d’Urso che hanno sempre negato di non essersi conosciuti prima. Lecito, potrebbe essere vero, sarà vero ma il pubblico non ci ha creduto. E il fatto che Maria abbia dato tanto fiducia al tronista, dicendo anche alla fine del trono che è stato uno dei ragazzi che ha dato meno problemi, ha fatto storcere il naso al pubblico che non ha mai creduto ai due. Maria si regina incontrastata ma poi l’ultima parola spetta al pubblico che ha in mano il telecomando. Il messaggio è chiaro: meglio dare retta a quello che il pubblico vuole e non pensare che si ha sempre ragione, cambiare rotta, scegliere in modo diverso e non trincerarsi dietro sempre a delle scelte che si reputano vincenti. Forse a volte non lo sono. Per non parlare di tutto quello che è successo questa estate, sui social, tra ripicche, guerre e minacce di querele. Il pubblico non dimentica.

Il pomeriggio di Canale 5 è un punto fermo per Mediaset e non può essere battuto dalla concorrenza. Urge quindi un rimedio a tutto questo, quale sarà?

Vedremo ma nel frattempo ecco i numeri.

ASCOLTI TV POMERIGGIO 21 FEBBRAIO 2020: I DATI AUDITEL

Vieni da Me  2.024.000 spettatori pari al 14.9% della platea; Il Paradiso delle Signore  1.879.000 spettatori (17%). A seguire La Vita in Diretta è seguita da 2.077.000 spettatori con il 16.3% (presentazione a 1.551.000 e il 14.3%). 

Su Canale5 Beautiful 2.546.000 spettatori con il 17%; Una Vita  2.377.000 spettatori con il 16.5%; Uomini e Donne  2.175.000 di spettatori con il 17.2% (Uomini e Donne – Finale a 1.796.000 e il 16.3%); il Grande Fratello Vip 4 1.906.000 spettatori (17.7%), Amici 19 2.112.000 (20.1%). A seguire Il Segreto 2.062.000 spettatori con il 19% e Pomeriggio Cinque ha fatto compagnia a 1.818.000 spettatori pari al 15.4% nella prima parte, 2.237.000 spettatori pari al 16.2% nella seconda parte e 2.262.000 spettatori pari al 14.8% nella terza parte di breve durata. 

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close