Sandra Milo a Vieni da me, gli errori commessi con i figli (Foto)

Il tempo passa ma Sandra Milo sembra non invecchiare e non parliamo di aspetto, infatti ospite a Vieni da me ha parlato dei figli, del giovane fidanzato, dell’amore per Fellini in veste di amante e ha risposto alle domande al buio di Caterina Balivo (foto). Coloratissima e allegra come sempre la Milo a Vieni da me ha confidato che la sua felicità è anche ogni sera quando si mette a letto, al caldo. Pensa che ha la fortuna di avere un posto così morbido e accogliente mentre altri stanno in strada. Lei invece stanca dopo una giornata di lavoro si gode ogni sera quel momento ed è veramente felice. Una vita intensa vissuta fino in fondo e alla domanda se abbia commesso degli errori come madre ha risposto come forse non ci aspettavamo.

SANDRA MILO ADORA I SUOI FIGLI CIRO E AZZURRA 

“Io ho cercato di comportarmi al meglio come tutte le madri e probabilmente errori ne ho fatti sì ma non me ne sono accorta e se me ne sono accorta faccio difficoltà a riconoscerli ma è tale l’amore che ho per i figli che probabilmente sono perdonabili proprio per questo grande amore. Io ho cercato di non farne, per me la felicità delle persone che amo è molto più importante della mia vita”.

Ricorda che li accompagnava sempre a scuola e che nonostante il lavoro c’era sempre, andava anche a prenderli di sera tardi in vestaglia e ciabatta ovunque fossero.

Un nuovo amore con un fidanzato molto più giovane di lei, un ragazzo che definisce meraviglioso, che ha tante attenzioni per lei ma è un amore che “ha dei limiti”. Mi piace così: ci telefoniamo la mattina, ci diamo quelle piccole attenzioni che forse gli uomini non hanno più per le donne”. Quando è stanca le toglie le scarpe e le massaggi ai piedi e lui le dice che solo per lei e per la sua mamma l’ha fatto. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.