C’è posta per te che numeri: un altro record per Maria de Filippi, al sabato non ce n’è per nessuno


Quando ieri sui social commentando i dati di ascolto di Amici 19 e de La Corrida, dicevamo che il pubblico il venerdì sera ha scelto di non accendere la tv, nonostante fosse in casa, per gli eventi che ben conoscete, qualcuno non ha compreso le nostre parole. Con i numeri che arrivano oggi, relativi agli ascolti tv del 29 febbraio 2020 e che consacrano C’è posta per te uno dei migliori programmi in onda in questa stagione televisiva, forse sarà maggiormente chiaro. Venerdì Amici e La Corrida avrebbero potuto fare molto molto meglio perchè la platea è cresciuta, e gli altri programmi in onda sulle altre reti, hanno registrato i soliti ascolti, non sono cresciuti. Questo significa una sola cosa: i telespettatori hanno scelto altro. Ben diverso invece è il caso del sabato sera: crescono infatti gli ascolti di Una storia da cantare che era sceso anche sotto i 3 milioni e che invece recupera con la puntata dedicata ad Adriano Celentano in onda ieri. E cresce molto anche il pubblico di C’è posta per te: oltre sei milioni di spettatori ieri davanti alla tv. Se un programma piace, il pubblico cresce in situazioni di emergenza come quelle che si stanno vivendo nel nostro paese.

Non ci resta che leggere i grandi numeri di questa serata.

ASCOLTI TV 29 FEBBRAIO 2020: MARIA DE FILIPPI REGINA DEL SABATO SERA

Una Storia da Cantare ha conquistato 3.274.000 spettatori pari al 15.8% di share. Il programma di Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero torna a crescere.

Su Canale 5 C’è Posta per Te ha raccolto davanti al video 6.143.000 spettatori pari al 30.1% di share. Numeri pazzeschi per Maria de Filippi che si conferma regina del sabato sera.

C’è posta per te è un cavallo di razza della rete, ed è uno dei pochi format rimasto praticamente sempre fedele, senza grossi cambiamenti. Il pubblico lo ama così com’è.

Ultime Notizie Flash su Instagram

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close