Donatella Rettore a Storie Italiane dopo l’operazione: “Due mesi che stringo i denti ma andrà bene”

Pochi giorni fa Donatella Rettore sui social ha in un attimo svelato la paura che sta vivendo da due mesi, un cancro al seno, che lei in collegamento con Storie Italia definisce “cancretto”. Fa capire che come sempre desidera sdrammatizzare, anche per il periodo che l’Italia sta vivendo, ma sono due mesi che stringe i denti. Un primo piccolo intervento per rimuovere il nodulo e poi l’esame istologico l’ha spaventata, in quel momento ha pubblicato il suo post su Instagram per poi andare in ospedale per l’operazione prevista. “Il cancretto che mi hanno trovato stava diramandosi per cui hanno dovuto ripetere e pulire. E’ stata anche più dura in questa atmosfera di Coronavirus”. Anche Donatella Rettore fa un appello a tutti, non riesce e non può parlare solo di se stessa, è preoccupata per tutti. “Ho parlato con i virologi e gli altri medici, non si è mai vista una cosa così, bisogna davvero stare attenti, non fare gli stupidi perché ci rimettiamo tutti la pelle e l’economia”.

DONATELLA RETTORE DA UN SASSOLINO AL SENO ALL’OPERAZIONE

Ha fatto un’ecografia, una mammografia e ringrazia i medici, il senologo che l’ha operata e chi le ha detto di non perdere tempo, che doveva subito operarsi. Sta bene Donatella, adesso è a casa, al di là dell’intervento, la paura e il dolore ovvi ma è stato orribile sapere che al di là della sua stanza in ospedale facevano i tamponi. 

“Io cerco sempre di sdrammatizzare di minimizzare con ironia ma non c’era niente da ridere purtroppo”.

Non pensava di essere così amata, non credeva che tanti colleghi l’avrebbero contattata per chiederle come stava, ne è felice. Ringrazia tutti i fan, non credeva di essere così importante per gli altri. Le toglieranno i punti e andrà tutto bene, ne è sciura, ne è certa, deve andare bene. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.