Alessandra Martines a Verissimo invita le donne a chiedere aiuto in farmacia grazia a un codice


Alessandra Martines ha inviato a Verissimo un messaggio importante ricordando che c’è un codice per le donne che hanno bisogno di aiuto per sfuggire alla violenza domestica.  E’ già attivo l’aiuto concreto alle donne vittime di violenza che in quarantena non riescono più a sfuggire a mariti aguzzini e a volte anche ai figli. L’ex ballerina e attrice racconta della Francia, della percentuale spaventosa che vede in questo periodo tantissime donne in grave difficoltà, ma anche in Italia il pericolo può nascondersi dentro ogni casa che diventa una trappola per una donna che non riesce a ribellarsi. La farmacia può essere uno dei luoghi in cui in quarantena una donna maltrattata può recarsi, da sola o in compagnia di chi la tiene in pugno. 1522 è il codice che chi ha un problema di convivenza coniugale può riferire al farmacista, una richiesta di aiuto che sarà subito compresa.

ALESSANDRA MARTINES IN AIUTO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA IN CASA

Immaginate solo per un attimo il tormento di mogli e figli che vivono in questo periodo costretti in casa con un marito o padre violento. Non c’è fuga, non c’è un attimo di respiro e se prima era una situazione a cui dovere porre fine adesso è se possibile più grave.

“La violenza non è mai stata prova d’amore in nessun modo e non è mai stata normale, non dobbiamo mai accettare che avvenga” sono le parole della Martines che spera di aiutare chi non ha ancora la forza per chiedere aiuto. “Non è più possibile vivere in un mondo normale, come ha detto Papa Francesco, in un pianeta ormai malato e forse questo dramma ci servirà a prendere coscienza di alcuni punti importanti e mi auguro potrà cambiarci in modo efficace per fare di noi essere migliori” ha concluso salutando il pubblico di Verissimo. 

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close