A Verissimo la paura di Alena Seredova per il parto: “Un giorno lo racconteremo ai nipoti” (Foto)


Ha scherzato più volte dicendo che avrebbe voluto rimandare il parto a settembre Alena Seredova, a Verissimo sempre con il sorriso sulle labbra ha confessato i suoi timori, le preoccupazioni, tutto moltiplicato in questo periodo (foto). Si è sempre mostrata forte e lo è ancora ma nel video messaggio per Silvia Toffanin non nasconde che a volte si sente confusa. “Anche io non sono sempre positiva”, le notizie alla tv spesso la fanno diventare pessimista “poi invece guardo la mia pancia e non riesco a non essere felice”. Desidera condividere con tutti la sua gioia, vorrebbe che un po’ della sua felicità potesse arrivare anche agli altri per rendere tutti più sereni. Si rivolge in modo particolare alla future mamme, sa bene che la dolce attesa e il parto sono sempre momenti molto particolari per una donna ma in questo periodo tutto è più difficile, tutto fa più paura.

ALENA SEREDOVA: “NOI DONNE SIAMO DAVVERO FORTI”

 A Verissimo racconta di ricevere tanti messaggi di donne col pancione e ha capito che le donne sono davvero forti nonostante l’ansia che la gravidanza porta normalmente. “So che noi ce la potremo fare. Le nostre creature nasceranno in un momento particolare ma lo racconteremo ai nostri nipoti che i loro genitori sono nati un momento particolare”.

Si vede già nonna la Seredova e in effetti a 42 anni pensa che sia un po’ troppo adulta per avere un figlio, ma è la vita che l’ha portata a questa scelta. Si alza in piedi e mostra il suo pancione, è bellissima al nono mese di gravidanza. Manca poco al parto, forse solo una settimana, crede che la bimba nascerà prima del previsto, prima della data prevista per i primi di giugno. Non ha potuto preparare tutto il corredino come avrebbe voluto, la piccola indosserà anche gli abitini dei suoi fratelli, lo ha conservati in tutti questi anni.

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close