L’Atelier delle meraviglie si candida a diventare uno dei format di successo di Real Time

Dopo Il salone delle meraviglie non poteva mancare anche L’atelier delle meraviglie. E visto il grande successo ottenuto da Federico Fashion Style ( che quest’anno ha debuttato anche in un secondo format, Missione Fashion Style) ci si aspettano grandi cose anche della famiglia Celli! Ho visto il primo episodio della serie e posso affermare con certezza, che l’Atelier delle meraviglie potrebbe diventare un format di grande successo su Real Time. E’ quello che il pubblico vuole vedere, un po’ come succede con Il Boss delle Cerimonie ( oggi Il castello delle cerimonie) per intenderci. La serie ambientata nella sartoria-boutique della famiglia Celli, alle porte di Roma, è giù disponibile in esclusiva su DPLAY PLUS, la piattaforma streaming pay di Discovery Italia, dall’8 maggio con un nuovo episodio ogni venerdì. La prima puntata della serie andrà in onda anche in chiaro su Real Time (canale 31) domenica 17 maggio alle 21:10. Appuntamento quindi a stasera! Prima di gustarci le avventure delle coppie di 90 giorni per innamorarsi, facciamo un salto ai Castelli, per seguire le scelte di sposini e non solo.

Scopriamo qualche dettaglio in più sul primo episodio nella nostra recensione.

L’ATELIER DELLE MERAVIGLIE: FAR’ BOOM SU REAL TIME?

Gli ingredienti per il successo ci sono tutti. Il boss della situazione questa volta è una donna, l’imprenditrice Maria Celli che gestisce il suo impero insieme a figli e nipoti. Ama le sue creazioni e soprattutto le sue sposine. Lei infatti gestisce in prima persona le spose e la prova degli abiti. Suo figlio Giampaolo invece, gestisce la parte dedicata al futuro sposo mentre sua foglia si occupa di cerimonie, come possono essere un diciottesimo o una prima comunione. Alla reception il nipote bello ma ribelle, la Celli lo vorrebbe in perfetto ordine e impeccabile ma il giovane preferisce masticare in pubblico e optare per capelli lunghi e ribelli.

Oltre alla famiglia Celli, che come succede con la famiglia Polese nel Castello delle cerimonie ( e prima nel Boss delle cerimonie), a rendere forte il programma sono i protagonisti, e le loro storie e soprattutto le loro scelte alquanto particolari. La prima coppia di giovani sposi arriva in atelier con tante aspettative. La madre della sposa non vuole che il vestito di sua figlia costi meno di quello del futuro genero; lo sposo vuole un abito che si faccia notare e vuole anche vestire suo figlio, da pagetto, come il cane. La sposa davanti a tutti annuncia che sta per rifarsi il seno, lasciando basita sua madre che non ne sapeva nulla. E poi c’è la crisi di pianto e la litigata mamma e figlia con la sposa che dichiara: “Non è che siccome c’è la televisione io devo fingere” per la gioia di chi in quel momento stava riprendendo insomma!

Le coppie sono sempre il punto forte di un format di questo genere, i veri protagonisti sono loro. E sembra che in questo caso, le scelte fatte, siano più che vincenti, almeno a giudicare dall’assaggio dato nel primo episodio.

Purtroppo per capire quale sarà l’interesse del pubblico dovremo attendere perchè al momento l’Atelier delle Meraviglie va in onda solo su DPlay Plus. Il primo episodio debutta oggi su Real Time ma poi si torna in piattaforma.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.