Nessun boom di ascolti per Domenica IN con Pamela Prati: il Pratiful senza appeal

Mara Venier ha inaugurato il 17 maggio 2020 una nuova fase per la sua Domenica IN. Ha avuto il primo ospite in studio dopo oltre due mesi di collegamenti e ha scelto Pamela Prati. In questi mesi Mara ci ha tenuto compagnia dimostrando grande professionalità ma ieri, ha forse deluso il pubblico quando ha spiegato che ci ha tenuto ad avere come primo ospite proprio Pamela Prati. Era davvero necessario? Non si poteva avere in studio un altro ospite? Non stiamo dicendo che non fosse giusto variare e parlare di cose più leggere, ma donne e uomini di spettacolo, a Roma ( se proprio non vogliamo uscire dalla capitale) ce ne sono. In questi mesi Domenica In, praticamente senza nessun competitor ha dominato su tutta la linea, con ottimi ascolti. Ma ieri, i dati auditel hanno avuto un calo rispetto alla settimana scorsa. Gli ascolti restano ottimi ma il calo c’è stato e forse, se ci si aspettava anche un “boom” per questo ritorno della Prati in tv, bhè quello non c’è stato.

E’ la dimostrazione che un anno dopo, il Pratiful ha completamente perso ogni appeal? La Prati del resto, senza nessun genere di contraddittorio, ha raccontato la sua versione dei fatti, la sua verità, disperandosi, piangendo e cercando di ribadire il suo punto di vista. Si sente vittima, ricorda di esser stata manipolata. Purtroppo però ancora oggi, molti italiani non le credono ed è forse anche per questo, che ieri hanno spento la tv evitando di ascoltare le sue parole.

DOMENICA IN ASCOLTI IN CALO CON PAMELA PRATI OSPITE IN STUDIO

Vediamo il confronto tra domenica 17 maggio 2020, e domenica 10 maggio 2020 ( con la puntata dedicata alla festa della mamma).

Gli ascolti del 17 maggio 2020: Domenica In il 17.7% con 3.045.000 spettatori nella prima parte e il 17.9% con 2.511.000 spettatori nella seconda.

Gli ascolti del 10 maggio 2020: Domenica In il 18.8% con 3.502.000 spettatori nella prima parte e il 19.5% con 2.909.000 spettatori nella seconda.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.