Rosanna Lambertucci, il dolore per la morte della figlia l’ha resa una conduttrice speciale (Foto)


Non è la prima volta che Rosanna Lambertucci parla della morte di sua figlia, degli aborti purtroppo vissuti, di tutto il dolore e oggi a Io e Te ha toccato quei ricordi ma per raccontare altro (foto). Un’intervista ricca di tante cose quella di Rosanna Lambertucci che ha confidato davvero molto. E’ dispiaciuta perché non c’è più spazio per lei alla Rai e non riesce a comprenderne il motivo. Sa che non è più giovanissima ma sa anche di avere ancora e tanto da dare. Le sue trasmissioni in tv oggi sarebbero ancora più apprezzate di prima perché salute, diete, benessere, forma fisica, attività fisica e altro sono argomenti molto richiesti. A confermarle che la vorrebbero di nuovo in televisione sono anche le tante persone che la fermano in strada.

ROSANNA LAMBERTUCCI OGGI FAREBBE PIU’ ASCOLTI

I suoi programmi sono sempre stati un successo e lei non ha dubbi: “Ovunque vada sono amata e sono più di 40 anni che racconto queste cose e tutto sommato mi mantengo bene”. Rosanna senza mezzi termini sottolinea a Diaco: “Tu lo capisci perché non ho più posto in Rai? Io non lo capisco”. Il conduttore di Io e Te fa dunque un appello a Stefano Coletta per una risposta, certo che lui si porrà qualche domanda.

Rosanna Lambertucci ha solo una figlia, Angelica. Ha sofferto molto prima di avere lei. All’età di 19 anni conosceva già bene il dolore degli ospedali perché dopo un primo aborto ha avuto una bambina che purtroppo è morta pochi giorni dopo il parto. Poi altri cinque aborti ed è nata la sua Angelica.

“A 19 anni ho capito quanto fosse importante il legame medico paziente, la solitudine di una persona sola in ospedale, ed è una cosa drammatica”. Fu Luciano a Rispoli a dirle che nessuno avrebbe condotto meglio di lei “La salute del bambino” spiegando come crescere i bambini, inizio così la sua carriera.

Ultime Notizie Flash su Instagram

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close