Valentina Persia si confessa a Domenica Live: la depressione dopo la nascita dei due gemelli

Ci ha tenuto molto Barbara d’urso a voler tra gli ospiti di Domenica Live per la puntata del 20 settembre 2020 anche Valentina Persia. E lo ha spiegato nello spazio dedicato a questa intervista, felice del fatto che la comica abbia deciso di accettare per dare un forte messaggio a tutte le mamme che come lei, dopo il parto, non sono state bene. Si parla troppo poco della depressione post partum, su questo concordano le sue signore ed è per questo che la conduttrice chiede alla Persia si raccontare la sua esperienza.

VALENTINA PERSIA E LA DEPRESSIONE POST PARTUM

Mamma di due gemelli, Valentina spiega che per lei non è stato assolutamente facile gestire tutto. Sin dopo il parto, non ha provato quello che si aspettava di provare vedendo le due creature che aveva messo al mondo.

Tutti ti parlano di questo come il momento più bello che una donna può provare… Io ho sempre avuto l’istinto materno. Quando mi hanno messo i miei figli sulla pancia, ho cercato quella sensazione ma non tutte la provano subito. Vorrei far capire a tantissime donne che si sentono sole, a disagio, che tutto è fisiologico. Il bambino, all’inizio, non ti dà quella sensazione immediata dell’interagire. Può capitare che la mente di una donna entra in una fase di stallo. Ti dai delle colpe, pensi di essere sbagliata. Molte donne non sanno che queste cose, invece, possono accadere.

La Persia spiega come è stato difficile anche il paragone con le altre mamme, lei pensava sempre di sbagliare di non saper prendere le giuste decisioni per i suoi figli:

Si vuole sempre vedere il bello delle cose. Vorrei dire alle donne di darvi del tempo. Accelerate un po’ alla volta, fate il “rodaggio”, non fatevi influenzare da consigli esterni. Alla fine, io sono una brava madre, ho inciampato ma chi è che non è inciampato una volta nella vita? Quando si cade, è il momento in cui si vive di più, quando risali, ti senti donna.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.