Giovanni Allevi si mette a nudo con la sua ansia, la follia e l’innovazione

Niente è mai banale quando Giovanni Allevi si racconta, immagina il futuro e parla della sua follia, quella positiva, che rende felici, che fa bene. Ospite a Oggi è un altro giorno Allevi non ha potuto lasciare dietro le quinte la sua ansia, presente nella voce, nel modo di sedere, ma si è messo a nudo, si mette a nudo perché “è necessario oggi riuscire a guardarsi in profondità per potere dire qualcosa di significativo e potere magari regalare un messaggio che possa avere un senso davvero, per essere totalmente sinceri”. Ripete che è una persona profondamente ansiosa, che soffre di attacchi di panico e che è seguito da uno psicoterapeuta ma noi aggiungiamo che è lì seduto in diretta in uno studio Rai pronto a rispondere a tutte le domande, osservate dai telespettatori. Ha molto da insegnare mentre impara e spiega cosa gli genera angoscia. Racconta di fare sempre gli stessi percorsi: se deve andare al supermercato o in un altro posto percorre la stessa strada: “nella vita quotidiana ogni cosa genera angoscia”. 

GIOVANNI ALLEVI: “LA PAURA DEL CAMBIAMENTO COINVOLGE TUTTI NOI”

Nella vita di tuti i giorni così come nei grandi cambiamenti, lui la vive così in modo amplificato ma affronta tutto. “Questo è il punto di vista di una persona che è terrorizzata dal cambiamento che però è necessario e può essere lento o repentino”.

IL NUOVO LIBRO DI GIOVANNI ALLEVI: REVOLUZIONE – INNOVAZIONE, FOLLIA E CAMBIAMENTO

E’ tutto nel suo nuovo libro, l’ansia, la follia, l’innovazione, il cambiamento, quella che chiama revoluzione. Pensa che stiamo entrando in una nuova era e che protagonista sarà un modo di pensare femminile. Vorrebbe il mondo tra le mani delle donne perché a differenza degli uomini non cercano lo scontro, hanno intuizione su quello che accade, sono naturalmente portate alla creazione e all’accettazione del nuovo. E’ un auspicio che non può non entusiasmare Serena Bortone che vorrebbe un applauso per lui ma non c’è pubblico. 

Ha successo Allevi, ma è felice? Anche nei suoi statti d’ansia trova la felicità se corrisponde a ciò che desidera fare davvero. Quindi un successo che ovviamente rende felici non per il riscontro esterno ma per se stessi.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.