Sydne Rome dall’incidente al viso ai problemi con la figlia, lei è sempre ottimista (Foto)

Non ha più lo stesso volto Sydne Rome che ospite a Oggi è un altro giorno racconta la sua vita senza mai perdere il sorriso (Foto). Quel sorriso che oggi è diverso, che ha subito una paralisi per colpa delle ferite a seguito di un incidente. Ne ha già parlato altre volte senza dare grande importanza a quanto le è accaduto e sottolineando che c’era altro di ben più importante della perfezione estetica, doveva lavorare e andare avanti. Un incidente in auto poi quelle ferite su cui hanno semplicemente messo tanti punti senza osservare bene che le si era aperta la faccia. Alla fine è andata bene, poteva andare peggio, Sydne Rome ha altro a cui pensare anche oggi che è nonna di due nipotini che sta crescendo per aiutare sua figlia.

SYDNE ROME MAMMA DI DUE FIGLIE ADOTTIVE

Ne parla senza nascondere quanto sia stato difficile far capire alle sue figlie che lei e suo marito erano i loro genitori: “I bambini adottati non sono mai sicuri dei loro genitori, però crescendo diventa una famiglia normale”. Loro venivano dal Brasile, erano piccole ma 5 anni e mezzo e 2 anni non sono così pochi per avere dei ricordi: avevano vissuto già una infanzia di dolore e di estrema povertà. “Le ho rassicurate con tanta naturalezza, tanta normalità e tantissimo amore incondizionato”.

Per una delle sue figlie crescendo c’è stato anche il problema della tossicodipendenza ma Sydne Rome è fiera di come sia stata attenta. Lei e suo marito hanno capito dopo poco tempo che cosa stava succedendo e hanno agito senza attendere, cosa che invece racconta fanno altri genitori. Oggi ha un rapporto bellissimo con le sue figlie, entrambe vivono con lei e una di loro l’ha resa nonna di due nipotini di 6 e 3 anni. Ammette che è una gran fatica occuparsi alla sua età di bimbi così piccoli ma sono i suoi nipoti e se sua figlia può qualche volta pensare che lei e Roberto non sono i suoi veri genitori non c’è dubbio che i nipoti siano i suoi. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.