Elisa Isoardi delusa dai falsi amici confessa il suo periodo più brutto (Foto)

Elisa Isoardi l’ha ripetuto più volte nei vari collegamenti con Oggi è un altro giorno che Ballando con le Stelle era per lei la migliore delle terapie e l’ha fatto anche nella puntata di oggi, ospite nello studio di Serena Bortone (Foto). Finito Ballando con le Stelle Elisa Isoardi si è aperta come non aveva mai fatto lasciandosi andare. Non ha raccontato i fatti, non ha detto i nomi dei falsi amici, di chi non le è stato accanto nel momento più difficile. Parla di un periodo recente la Isoardi e confessa che in quel periodo era arrabbiata anche con la sua mamma perché era lontana, perché non la raggiungeva a Roma. La nonna però stava male e solo dopo la Isoardi ha compreso che la scelta di sua madre è stata la migliore: “Ha scelto di starmi vicino a distanza, altrimenti a casa insieme avremmo litigato”. Le fa male ricordare le parole dette a sua madre quando si sentiva sola. “La cosa che più mi ha ferito è stata buttarmi giù. A volte è successo di non credere più nelle mie potenzialità e di non guardarmi più nello specchio come prima ma l’ho voluto io, mi sono trovata fragile”.

ELISA ISOARDI A OGGI E’ UN ALTRO GIORNO RINGRAZIA CHI LE HA MESSO IL BASTONE TRA LE RUOTE

“Quando soffre una figlia una mamma soffre e io non l’ho sentita per un po’ di tempo quando stavo giù ed ero arrabbiata. Lei ha fatto la cosa migliore, mi è rimasta vicino da lontano e quando la vedo mi commuovo. Di brutto le ho detto che lei non c’era ed è la cosa più brutta che puoi dire”.

Ha un grazie anche per chi le ha creato problemi, continua a non dire molto ma lascia intendere. Ringrazia chi le ha fatto del male perché in questo modo è diventata più forte. A starle accanto più di tutti sono state zia Gabriella e la mamma, anche se a distanza: “Hanno fatto un gran lavoro insieme a tutte le altre persone che ancora ci sono mentre altre se ne sono andate con il vento”. A chi si riferisce Elisa?

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.