Paolo Mengoli inizia a comprendere il suo errore e saluta sua figlia Giulia (Foto)

Paolo Mengoli è stato il papà di Giulia per 22 anni e solo poche settimane fa a Storie Italiane ha raccontato il suo tormento scoprendo alla fine che era lo stesso di sua figlia (Foto). Per Eleonora Daniele era già una storia da non raccontare più ma Paolo Mengoli oggi ha voluto replicare alle parole di Giulia, ribadire che si è sentito tradito, che credeva che la ragazza sapesse tutto, che fosse d’accordo con sua madre. Si è sbagliato e soprattutto ha dato un dolore immenso a Giulia con il disconoscimento di paternità. Lei non sapeva nemmeno questo, ha scoperto tutto una mattina quando a casa le è arrivata una lettera, il tribunale la informava che il suo cognome non era più Mengoli, che Paolo non era più suo padre. Da anni incomprensioni su incomprensioni, liti, cose non dette o dette con rabbia. A Storie Italiane il cantante ha tirato fuori il suo passato ma è sempre stato troppo duro con sua figlia che invece ha dimostrato in modo diverso il suo dolore, il suo stesso dolore.

PAOLO MENGOLI FA PARLARE IL CUORE

E’ quello che gli chiede Eleonora Daniele, di togliere la ragione e lasciare parlare il cuore, di chiamare sua figlia e di ammettere che magari gli sbagli si possono commettere. “E’ stato mio padre per 22 anni e lo sarà sempre” aveva commentato Giulia e Paolo riguardando quel momento ha gli occhi lucidi ma è bloccato.

Cosa provi per Giulia, chiede la conduttrice: “Provo amore e affetto come per la mia nuova famiglia”. Mengoli ha paura di perdere anche la sua nuova famiglia ma si sbaglia. Confessa che ha invece vissuto nel terrore in questi anni. Al momento dei saluti il suo ciao alla figlia è solo una parola ma apre finalmente quella porta: “A volte si fa fatica a tirare fuori le parole giuste ma gli occhi non mentono mai”. 

Vedremo insieme padre e figlia in trasmissione o risolveranno tutto da soli?

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.