Edoardo Vianello dopo la morte di sua figlia Susanna: fingere è l’unico modo per sopravvivere (Foto)

A Storie Italiane per la prima volta Edoardo Vianello parla della morte di sua figlia Susanna (foto). L’ha portata via un tumore in un solo mese, la malattia non ha dato modo e tempo alla sua famiglia di capire cosa stesse accadendo. Wilma Goich ne ha parlato una sola volta in studio con Eleonora Daniele, impossibile anche per lei superare questo dolore. “Inaspettato perché non c’erano stati segnali. Non me l’aspettavo potesse arrivare una catastrofe così sulla mia vita” commenta Edoardo Vianello sostenuto a distanza dalla conduttrice. “Io la sento sempre con me, provo a farla sembrare una cosa raccontata dagli altri ma non avvenuta”. Sono piene di dolore le parole del cantante che sembra non avere accettato la perdita di sua figlia. Quando Susanna Vianello è morta tutti sono rimasti sconvolti dalla notizia, increduli non solo perché aveva solo 49 anni ma perché è accaduto tutto in poche settimane.

EDOARDO VIANELLO ATTENDE SEMPRE LA TELEFONATA DI SUA FIGLIA

“Noi avevamo l’occasione di vederci e sentirci sempre per le partite di calcio, lei era romanista come me. Trovavamo sempre l’occasione per vederci una o due volte la settimana, pranzare insieme. C’è stato veramente un rivoluzionamento nella mia vita e faccio finta che sia tutto come prima. E’ una cosa che poi è coincisa con la pandemia e faccio finta che sia tutta colpa della pandemia e che non sia successo niente, è l’unico modo per sopravvivere”. Impossibile replicare alle parole di Vianello, è consapevole che finge non sia successo niente. E’ una cosa che racconta come se non gli appartenesse, lo sa bene e infatti aggiunge che è l’unico modo per sopravvivere.

Edoardo Vianello confida che attende sempre quella telefonata, una di quelle che riempivano la sua giornata. Non arriverà più la chiamata di Susanna ma lui non vuole saperlo.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.