E’ morta Susanna Vianello, la figlia di Edoardo e Wilma spenta in un mese da un tumore

E’ una notizia straziante la morte di Susanna Vianello, la figlia di Edoardo Vianello e Wilma Goich non ha avuto nemmeno il tempo di combattere contro il tumore, l’ha portata via in un mese. In un periodo così drammatico per tutti purtroppo non c’è solo il coronavirus, il resto prosegue senza avere rallentato la sua corsa e per Susanna Vianello non c’è stato molto tempo. Aveva un tumore, aveva solo 49 anni. A dare la notizia è stato suo cugino, il giornalista Andrea Vianello: “Susy non c’è più”. Conosciuta da tutti, lavorava come speaker di Radio Italia Anni 60, nel suo blog una sorta di lettera di presentazione, scherzava con il suo cognome, suo padre così noto da sempre ma anche un’altra lontana parentela: “Mi chiamo Susanna Vianello e nonostante il mio nome vi dica poco, il mio cognome sicuramente vi riporta a più ben noti personaggi dello spettacolo”, si riferiva a Raimondo Vianello ma lei aveva inevitabilmente una passione per la musica nel DNA. Nessuno avrebbe mai immaginato niente del genere, fino a poche settimane fa, prima dell’emergenza sanitaria, abbiamo seguito anche quei litigi da ex coppia tra la sua mamma e il suo papà, poi è arrivato il dramma.

LA MORTE DI SUSANNA VIANELLO DOPO LA MALATTIA

Susanna avrebbe compiuto 50 anni il prossimo 20 luglio, non riusciamo nemmeno a immaginare il dolore che possono provare in questo momento Edoardo e Wilma Goich. Il loro matrimonio era finito da tempo ma è soprattutto per la figlia che avevano continuato a vedersi, a essere amici nonostante le vite separate e con altre persone accanto.

Tantissime le persone del mondo dello spettacolo che hanno appreso la notizia e sono rimasti sconvolti. Da Fiorello a Salvo Sottile e poi tantissime persone che la seguivano in radio o che semplicemente conoscevano i suoi genitori per una vecchia canzone, vecchi ricordi. Un dolore immenso. Susanna Vianello lascia un figlio di 23 anni e tutti coloro che l’amavano tanto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.