Fabio Fazio celebra il successo di C’è posta per te ma l’omaggio a Maria de Filippi divide

Quasi 10 minuti con un mega spot per C’è posta per te ( programma che la sera prima su Canale 5 era stato visto da oltre 6 milioni di spettatori). Un vero e proprio omaggio di Fabio Fazio da Che tempo che fa per festeggiare, insieme a Maria de Filippi, i 20 anni di C’è posta per te. Neppure a Mediaset ci avevano pensato. Nessuna intervista speciale per Maria, nessuna ospitata ( l’ultima è stata quella a Verissimo, per qualche minuto con Silvia Toffanin in collegamento). Nello studio di Che tempo che fa invece, per celebrare i 20 anni di C’è posta per te, è arrivata persino una busta, un postino nuovo di zecca, e una storia da raccontare.

La scelta di fare questa sorta di promo ( che in realtà non lo è visto che C’è posta per te fa il doppio degli ascolti di Che tempo che fa), non ha convinto però molti critici televisivi e giornalisti. Sui social infatti, mentre andava in onda questa parte del programma, ci si interrogava sul senso di dare così tanto spazio in tv s un programma della concorrenza.

Considerato che spesso in tanti programmi Rai non si possa neppure nominare un programma della concorrenza, e lo stesso succede in alcuni casi per Mediaset, quello che abbiamo visto in onda su rai 3 il 10 gennaio 2021, a questo punto è qualcosa di storico. Una busta, il format riproposto, le musiche e tutto il resto, non mancava davvero nulla.

C’è posta per te invade Che tempo che fa: il video

Ci si è chiesto quindi se davvero era necessario dare tanto spazio a un programma della concorrenza. Probabilmente la risposta è si perchè C’è posta, come si è visto al suo esordio, non ha bisogno di promozione in altri canali. C’è, esiste e il suo pubblico sa che il sabato sera, è dedicato a Maria e alle storie che racconta.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.