Camila Raznovich a Oggi è un altro giorno: forte, felice e in psicoterapia tutti i mesi

Camila Raznovich è una donna diversa dalla massa, è sempre stato evidente, ma a Oggi è un altro giorno arriva anche la spiegazione. La Raznovich e la Bortone sono molto amiche, un’intervista semplice ma anche la padrona di casa non conosce tutto della sua vita. Camila Raznovich racconta della sua infanzia in giro per il mondo con i genitori ma da bambina è stata anche in una comunità dove doveva lavorare occupandosi della cucina, dei bagni e anche dei bambini più piccoli. Quest’ultima è la parte della vita che magari cancellerebbe ma alla fine apprezza anche quello perché l’ha resa la donna che è oggi. Ricorda che tutte le sere piangeva, che una volta al mese riceveva un pacco dai genitori, cose che doveva condividere con tutti gli altri ragazzini. La sua vita come un film e di una molestia ricevuta da un amico di famiglia confessa: “A 8 anni io ho protetto mia mamma perché sapevo che se glielo avessi detto avrebbe ucciso quell’uomo e sarebbe andata in prigione, io sarei rimasta senza mamma” oggi invece insegna alle sue figlie che ai genitori bisogna dire tutto subito e non come ha fatto lei, che ha confidato tutto dopo 30 anni. 

CAMILA RAZNOVICH: “SO CHE RINASCERO’ SEMPRE”

Cosa le ha detto il suo passato, una vita da bambina così diversa dalla normalità? “Mi ha dato un punto di vista sulla vita sicuramente originale, non ho quella che può essere una vita regolare, mi ha dato una vitalità che oggi è un’arma per me, è un dato di fatto. Mi ha tolto di certo un’infanzia normale, ciò che adesso sto cercando di far scoprire alle mie figlie ma è una vita che mi annoia tanto ma vedo che ai bambini serve. Io invece so che rinascerò sempre dalle mie ceneri però il conto è altissimo, cioè in psicoterapia tutti i mesi”. Lo dice con estrema serenità così come racconta ogni altra cosa. 

Parla del sesso, fondamentale nella sua vita, nella sua coppia. Sta per sposare il suo compagno che ha incontrato in Grecia, in spiaggia: “Mi sono innamorata in 4 secondi, nel momento in cui mi ha messo la mano sulla schiena”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.