Giulio Scarpati, il vuoto lasciato dalla morte della madre e dalla malattia (Foto)

Giulio Scarpati a Oggi è un altro giorno trattiene con più fatica l’emozione parlando della madre, guardando le foto di quando era bambino, in vacanza con la sua famiglia. “Ho scritto un libro per parlare della sua malattia ma anche per ricordarmi lei com’era” racconta l’attore che ha condiviso con l’amica Lunetta Savino la stessa malattia. Entrambe le mamme si sono ammalate di Alzheimer, entrambe sono state dei punti di riferimento fondamentali per i due attori. Giulio Scarpati in studio, la Savino in collegamento e la loro amicizia nata grazie a Un medico in famiglia e non mai terminata. E’ Lunetta a raccontare per prima di com’era la sua mamma: “Mia madre è stata fondamentale, ho avuto una mamma che ha avuto l’Alzheimer per lungo tempo. Una donna che è stata per me un punto di riferimento straordinario, è stata molto in gamba, intelligente, coraggiosa, ha affrontato sfide importantissime ma è stata anche molto ironica. Mi ha insegnato a non prendermi troppo sul serio, a vedere anche che c’è gente che sta peggio di me”.

GIULIO SCARPATI RICORDA SUA MADRE

“Il coraggio di mia madre è stato anche quello di dire le cose…”. Lei metà svizzera metà napoletana: “Mi porto dentro le due concorrenti di pensiero opposte… Mia madre era un po’ un riferimento per me, le cose divertenti le dicevo a mio padre e lui a me. Spesso capita che con i genitori ti scontri e spesso con lei mi sono scontrato. Mio padre diceva che io ero governativo perché io stavo sempre dalla parte di mia madre che governava”.

Scarpati sa come non far scendere le lacrime, non si lascia andare alle emozioni che arrivano parlando di sua madre ma lascia trasparire tutto il bello di quel legame così fondamentale. 

E’ anche per lei che è nata la passione per il teatro. A 12 anni chiesero a sua madre se luì poteva fare un’apparizione in teatro e da lì il grande amore. A 16 anni la scuola di recitazione l’inizio della sua carriera.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.