Luigi Mastroianni a Verissimo con il fratello Salvo

“Mio fratello è un gigante” è il libro scritto da Luigi Mastroianni, un libro che racconta la storia della sua famiglia, in particolare la storia di Salvo, il suo amatissimo fratello. Ospite della puntata di Verissimo in onda oggi 20 marzo 2021, l’ex tronista di Uomini e Donne, ha parlato della sua vita insieme a Salvo, di quanto sia stato importante per lui averlo al suo fianco e dei tanti sacrifici che la famiglia ha fatto per crescerlo cercando di fargli sentire che fosse normale, a dispetto di tutto quello che intorno a lui si diceva. Già perchè essere down, non vuol dire non essere normale, essere un diverso ma purtroppo, ancora oggi, la discriminazione è all’ordine del giorno. Della sua storia, della storia di Salvo, Luigi parla oggi nello studio di Verissimo per presentare questo libro che per lui è stato importantissimo. Voleva che tutti conoscessero la vita di un ragazzo come Salvo, un vero gigante.

Il pubblico che ha seguito Uomini e Donne ha imparato a conoscere Salvo, Luigi l’ha sempre voluto al suo fianco, presentandogli anche le ragazze con le quali stava uscendo, perchè era importante per lui che stessero bene anche con suo fratello. E oggi Luigi ha presentato il super Salvo al pubblico di Canale 5 che segue Verissimo!

A Verissimo Luigi e Salvo presentano il libro “Mio fratello è un gigante

Nello studio di Silvia Toffani, Luigi Mastroianni ripercorre il passato, pensando anche a quando i suoi genitori lo prepararono all’arrivo del fratellino: “Abbiamo due anni e mezzo di differenza io e lui. Il primo ricordo che ho di lui risale a prima della sua nascita, quando mamma e papà mi dissero che avrei avuto un fratellino ‘diverso’. Io in un primo momento non capivo, poi è nato e io non ho mai avvertito questa diversità. Volevo bene a mio fratello a prescindere, solo che lo vedevo poco, in quanto i miei genitori impiegavano più tempo nei suoi confronti e mi lasciavano dai nonni”.

 “Mia mamma e mio papà hanno dedicato la loro vita a Salvo e hanno sempre rinunciato a loro stessi per far sì che Salvo oggi sia quello che è. Oggi è qui, in un studio televisivo, ospite di una grandissima conduttrice. Per noi è una vittoria. Non c’è niente di sbagliato nella disabilità e nella diversità”, ha ribadito Luigi Mastroianni, parlando del perché ha voluto scrivere il suo libro.

Dobbiamo educare i bambini alla disabilità e non parlargliene come qualcosa di negativo. Quando vedo i bambini che si meravigliano di vedere Salvo con gli apparecchi acustici o per i suoi lineamenti particolari, capisco che nel 2021 non stiamo facendo niente per sopperire a questa problematiche”. Luigi Mastroianni ha criticato anche l’uso del termine “mongoloide”, usato ancora oggi con molta facilità e superficialità.

E in merito a questo aspetto ha commentato: “Capisco che tante persone lo fanno senza saperne il significato e molti non lo fanno con cattiveria, ma non sanno che con la parola ‘mongoloide’ stanno usando in senso dispregiativo quello che è Salvo. Io non mi potrei mai offendere se qualcuno mi desse del mongoloide perché penso a mio fratello e sono fiero di quello che è”.

Chi volesse conoscere meglio la storia di Salvo e Luigi, può acquistare il libro Mio fratello è un gigante.

Mio fratello è un gigante

Mio fratello è un gigante

da Amazon

Salvo ha anche commosso con la sua simpatia Silvia Toffanin, felicissimo di essere ospite da lei.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.