Ore 14 ha trovato la giusta cifra ma chiude per fare spazio al Giro di Italia

Nelle ultime settimane Milo Infante ha dimostrato che si può fare informazione portando anche delle inchieste molto importanti con un ottimi lavoro giornalistico svolto, nonostante la grande concorrenza. Lo ha fatto con il suo Ore 14. Un programma criticatissimo anche dai giornalisti che si occupano di tv al suo esordio che però sembra aver trovato, a nostro modesto avviso, la cifra giusta. E non lo dimostrano solo gli ascolti, che sono stati in crescita costante, ma anche lo stile che il conduttore ha dato a un programma che si distingue dagli altri per la ricerca delle corrette informazioni e dello stile di un conduttore che conosce bene gli argomenti di cui si parla ( sembrerà una ovvietà ma considerando quello che si vede sempre più spesso in tv, è merce rara). Grazie alla scelta di trattare maggiormente la cronaca vera e propria, mettendo in secondo piano l’emergenza covid 19 e tutto quello che ruota intorno a queste tematiche, Milo Infante ha dato una vera identità a Ore 14 che anche sul caso Denise Pipitone ha fatto un grande lavoro. Non a caso Piera Maggio e il suo avvocato, sono spesso ospiti del programma di Rai 2 per dare il loro contributo al lavoro che i giornalisti stanno facendo.

Il problema adesso è solo uno: Ore 14 chiuderà proprio nel momento in cui il pubblico ne sta premiando la messa in onda. Questa infatti sarà l’ultima settimana sia per Detto Fatto che per ore 14. Su Rai 2 arriva il Giro di Italia che prenderà il posto dei due programmi di Rai 2. E se non si perderà in ascolti, perchè il giro è seguitissimo dal pubblico di appassionati, di certo si perderà la possibilità di “fidelizzare” i telespettatori che stavano pian piano avvicinandosi a Ore 14.

La cavalcata di Ore 14 che però è costretto a chiudere

Partito con ascolti non troppo brillanti, anche perchè si presentava come nuovo prodotto e anche in una fascia particolare per la rete che da tempo non faceva informazione pura alle 14 appunto, il programma di Milo Infate ha superato nelle ultime settimane il 5% di share, in crescita costante.

Sarebbe possibile auspicare un ritorno magari, a fine mese, quando il Giro di Italia sarà finito, anche per un paio di settimane? Al momento non è prevista questa opzione, ma non si può escludere. Cercare di nuovo una fetta così preziosa di pubblico non sarebbe male, anche solo per un paio di settimane. Tutto può succedere. Vedremo.

Se dovessimo intanto trovare un neo nel programma lo individueremmo certamente negli opinionisti. Alberto Matano ci ha dimostrato che si può fare un ottimo contenitore senza la presenza costante di persone poco informate e pronte a dare giudizi spesso superficiali. Ecco magari preferire alcuni esperti, alcuni volti che il pubblico apprezza, certamente, ma che abbiano realmente qualcosa da dire e da aggiungere. Altrimenti meglio asciugare, Milo Infante il suo lo fa benissimo.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.