A Verissimo Francesca Fioretti: bastava un esame in più per salvare Davide Astori?

Per Francesca Fioretti è forse ancora più difficile rassegnarsi alla morte di Davide Astori perché è stato al momento accertato che con un semplice esame poteva salvarsi, come spiega a Verissimo. Il capitano della Fiorentina è morto per un problema al cuore che forse un holter avrebbe rilevato nel modo più semplice. E’ con la sentenza di primo grado che Francesca Fioretti ha avuto la conferma che un esame cardiaco in più avrebbe evitato la tragedia che le ha sconvolto la vita. La bellissima modella e attrice è sempre stata molto riservata e solo adesso che il dolore è cambiato, che ha scritto un libro raccontando tutto che riesce a parlarne e lo fa a Verissimo. 

FRANCESCA FIORETTI A VERISSIMO 

“Bastava un esame in più, è stata riconosciuta una responsabilità medica perché dai risultati dell’elettrocardiogramma Davide doveva essere sottoposto a un banale holter, che non è mai stato fatto – ha spiegato la Fioretti – Vorrei impegnarmi per far sì che l’holter diventi obbligatorio a prescindere dai risultati dell’elettrocardiogramma” il suo impegno adesso va oltre quello di accertare la responsabilità per una morte che poteva essere evitata. 

“La vita va vissuta a prescindere da tutto” sono le parole che potremo ascoltare domani su Canale 5 alle 15: 30, sono le parole di Francesco Fioretti durante l’intervista con Silvia Toffanin. “Vivo per mia figlia ma anche per me, perché alla mia età non è giusto che io sopravviva” e forse prima le sembrava assurdo pensare in questo modo, immaginare un’altra vita, un’altra felicità. Sono passati tre anni dalla morte di Davide Astori e intanto la piccola Vittoria ha compiuto 5 anni e fa sempre più domande a cui Francesca ha sempre risposto.

“La morte è una cosa naturale e se trasformi il vuoto in un posto sicuro dove vivere, allora ti salvi. Il dolore è ancora immenso, ma il suo colore è cambiato nel tempo”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.