Arisa è stata molestata ma non riesce a parlarne, a Belve il suo silenzio

Nella puntata del 14 maggio di Belve è Arisa a rispondere a una domanda dopo l’altra ma quando Francesca Fagnano tocca l’argomento molestie lei non riesce a raccontare nulla. La sincerità di Arisa le ha fatto rispondere che anche lei ha subito attenzioni che non gradiva ma poi alle domande successive è rimasta in silenzio. Ha confidato subito che le succede spesso di ricevere attenzioni non desiderate ma alla domanda se c’è stata un’occasione che l’ha turbata più delle altre ha fatto capire che non si sentiva di raccontare nulla. “Ero già una donna adulta…” riesce a dire solo questo, poi si blocca, fa cenno di no con la testa, fa una smorfia. Non è il caso di andare avanti e la conduttrice di Belve le sorride, è come abbracciarla, cambia domanda.

ARISA L’INTERVISTA A BELVE TRA SILENZI E VERITA’

“Tutti si aspettano che tu sia in un modo, anche quando hai una giornata storta ti dicono magari che sembravi simpatica e invece sei una st****a. Dicono di me che sono pazza, che cambio idea spesso, ogni tanto dicono che sono matta ma non è vero e io mi trovo molto più normale di chi mi dice che sono matta. E’ nella forma che io pecco. Io mi guardo allo specchio e mi vedo donna, quello che non vedevo prima” racconta Arisa dispiaciuta.

La spaventa l’invidia: “Sono stata invidiata ma ho sempre cercato di tenere a bada cercando di sembrare di me. L’invidia è proprio una cosa brutta e non c’è motivo di invidiare un’altra persona se ti sono stati dati tutti i mezzi per imitare qualcuno, quindi alzati le maniche prima di invidiare” e poi la domanda sul come è davvero: “Non mi sento per niente tonta, un 20% ci facciamo un po’ tutti, l’80% ci sono ma dipende da che cosa sono”.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.