Mara Venier e Cristiana Ciacci in lacrime per le parole non dette ai genitori

Nell’intervista di Mara Venier a Cristiana Ciacci, la figlia di Little Tony, la conduttrice di Domenica In sente di dovere fare un’altra domanda. E’ una cosa che chiede spesso ai suoi ospiti che hanno perso i genitori, è una domanda che ogni volta fa male alla Venier perché la rivive su se stessa.  A Cristiana vuole chiedere un’ultima cosa: “Ti voglio chiedere una cosa che è nostra, perché noi tante volte le cose non le diciamo quando ci sono…” Mara Venier si riferisce ai genitori quando sono ancora in vita, alle parole non dette in tempo pensando che ci sia tempo o pensando di non riuscire a dirle. “Hai fatto in tempo a dirgli tutto quello che avevi dentro, siete riusciti a chiarirvi, vi siete capiti?” Little Tony è morto dopo una malattia durata sette anni, anche se non ha mai fatto vedere agli amici e al pubblico la sua sofferenza. 

LA FIGLIA DI LITTLE TONY A DOMENICA IN

La domanda della conduttrice arriva consapevole del rapporto che c’era tra Little Tony e sua figlia. Si adoravano, lei era la sua unica figlia, lui il suo mito ma anche l’uomo che non le ha dato tutte le attenzioni che avrebbe voluto. Cristiana Ciacci ha sofferto di anoressia, suo padre non accettava fosse una malattia, le diceva che era lei che voleva stare male. Mara Venier conosceva bene Little Tony, sa che amava tanto sua figlia ma c’erano sofferenze che lui non ha mai compreso. 

“Non gli ho detto tutto, tutto gliel’ho detto un minuto dopo che è morto – racconta Cristina nello studio di Domenica In – Ho fatto uscire tutti dalla stanza e gli ho detto tutto. Ma fino a quando è stato in grado di capire gli ho detto almeno la cosa più importante, che gli volevo un bene folle”. Non c’è bisogno di aggiungere altro, l’emozione è più forte di tutto. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.