Marisela Federici da cinque anni porta il lutto del suo grande amore

Da 5 anni Marisela Federici porta il lutto per il suo secondo marito, Paolo. A Oggi è un altro giorno lei racconta dell’uomo di cui si è innamorata dopo Roger Tamraz, il primo marito. Paolo era un signore di altri tempi e Marisela lo racconta: “Lui con una mentalità gesuita ed era la persona che mi mancava nella mia esistenza, un grandissimo amore in tutto. Noi eravamo così complici, avevamo la nostra vita mondana ma avevamo anche la nostra vita del silenzio perché Paolo era sordo da un orecchio e lo ringrazio di avermi fatto entrare nel suo silenzio”. Ricorda la prima volta che l’ha visto: “Mi hanno seduta nel lato dove Paolo aveva l’apparecchio acustico ma c’era un rumore forte, eravamo in un luogo pubblico, e io gli parlavo di una cosa lui mi rispondeva di un’altra cosa”. Ha pensato fosse pazzo ma al tempo stesso rideva tanto con lui: “Era un periodo molto triste ma mi faceva molto ridere”.

MARISELA FEDERICI A OGGI E’ UN ALTRO GIORNO 

Il giorno dopo il loro primo incontro, lei è partita per la settimana di pulizia del colon che faceva con gli Agnelli. Lo dice con una normalità che un po’ imbarazza Serena Bortone, poi prosegue il racconto: “Lui mi ha perseguitato con dei telegrammi, scriveva bellissimi telegrammi e io non sapevo che rispondere, lui era veramente innamorato ma anche Roger lo era. Quando sono tornata a Roma e l’ho rivisto mi sono presentata vestita tutta d’oro”. Il loro amore è finito con la morte di Paolo.

“Non bisogna sentire le segreterie telefoniche e io non so perché per sbaglio ho sentito una registrazione” si riferisce al primo marito, a Roger: “Erano donne che lasciavano messaggi molto compromettenti, ma lui sapeva fare il suo ruolo sia di amatore che di marito”. Ha sofferto perché un tradimento di un marito era un fallimento suo, voleva dire che c’era qualcosa che non andava. Con Paolo non è stato così, è stato il vero grande amore. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.