Cancellati i programmi della d’Urso, il commento di Berlusconi: “Quel tipo di informazione non ha più senso”

La gente parla, parla e io rido, rido diceva qualche giorno fa nelle sue storie Barbara d’Urso dopo che da più parti, era arrivata la notizia di un ridimensionamento, persino di Pomeriggio 5. Ne aveva parlato anche Dagospia, annunciando che il prossimo anno il programma sarebbe andato in onda ma con un orario diverso, con una durata più corta, notizia confermata anche da Davide Maggio. E le storie della d’Urso sui social sembravano essere indirizzate proprio a loro, che avevano dato questa notizia in esclusiva, come se non fosse vero. Del resto aveva negato l’evidenza anche con la chiusura di Live-Non è la d’Urso e con quella di Domenica Live. Eppure quando il programma domenicale era terminato, non c’erano stati fiori da consegnare, torte da tagliare. Non c’era in studio il direttore di rete, come è successo per Mattino 5 e per i saluti a Federica Panicucci e Francesco Vecchi. Ma c’era solo voglia di chiudere e andare avanti a quanto pare. La d’Urso aveva promesso che sarebbe tornata a settembre con tantissime novità ma così non sarà.

Oggi infatti sono stati presentati i palinsesti Mediaset per la prossima stagione televisiva e Piersilvio Berlusconi è stato molto chiaro. Parlando dei programmi di Barbara d’Urso ha spiegato: “Quel tipo di infotaiment a 360 gradi – che va dalla cronaca alla politica al gossip – non credo abbia più grande senso, quindi abbiamo deciso – pensando di interpretare ciò che il pubblico percepisce  – di cambiare squadra”.

Certo questa spiegazione fa un po’ acqua da tutte le parti, perchè Mattino 5 segue e seguiva praticamente lo stesso identico schema di Pomeriggio 5, passando dalla cronaca, nella prima parte, allo spettacolo con gossip nella seconda. Va anche detto che chi ha seguito il programma della Panicucci e di Vecchi sa che soprattutto nella seconda parte, negli ultimi mesi, si è dato pochissimo spazio al gossip, rafforzando maggiormente la cronaca anche con la Panicucci ( come era successo ai tempi di casi mediatici importanti come erano stati Sarah Scazzi, Yara Gambirasio o Roberta Ragusa).

Barbara d’Urso sempre meno volto di Mediaset

La sensazione è che la d’Urso paghi molto scivoloni arrivati negli ultimi anni. Lo spazio dato nei suoi programmi a personaggi di bassissimo livello ( non dimentichiamoci però del budget a sua disposizione, ridicolo se paragonato a quello di altri programmi). Il suo essere diventata ormai una sorta di meme, attentissima ai social, meno ai contenuti e alla piega che le discussioni nei suoi salotti prendevano. Non ultimo il grande errore di aver dato spazio a personaggi come la signora da Mondello, nell’era di una pandemia che avrebbe dovuto insegnarci tanto, e invece ha reso virale, mi rifiuto di usare il termine famosa, una persona di quel genere. Una persona che, grazie ai programmi di Canale 5, ha lanciato un tormentone squallido, mentre in Italia morivano ogni giorno centinaia di persone.

Un mea culpa che non è mai arrivato dalla conduttrice ma neppure dall’azienda . Perchè dopo che un personaggio di quel genere va in onda una volta, una seconda volta, alla terza stoppi tutto. Le responsabilità, in quello che i programmi della d’Urso sono diventati negli ultimi anni, un covo di personaggi squallidi dei quali non interessava nulla a nessuno, pronti a urlarsene di ogni in diretta, non sono di certo solo della conduttrice. Il problema è uno: fino a quando tutto questo serviva per gli ascolti, allora era tollerato. Quando in quel di Rai 1 hanno dimostrato che con la qualità si va ben più lontano, e che gli ascolti arrivano perseverando e facendo le cose per bene, allora tutto è cambiato improvvisamente e qualcuno si è reso conto di tutto il trash e del pattume che da anni eravamo costretti a vedere, da Pomeriggio 5 a Live che era diventato poi una copia mal riuscita di Domenica Live.

E così quelli che un tempo erano i programmi di punta della rete, fiori all’occhiello dell’azienda, vanto dei direttori di rete, si sono trasformati in passerelle per parenti di quei personaggi sconosciuti resi noti solo grazie allo spazio che nessuno avrebbe mai dovuto dargli in tv. Di cose negli ultimi anni, assolutamente da dimenticare, nel corso delle dirette dei programmi di Barbara d’Urso ne sono successe e anche tante. A quanto pare Piersilvio non le aveva dimenticate, stava solo aspettando il momento giusto per tirare fuori gli appunti e giocare le sue carte.

Eppure si sarebbe potuto mettere un argine a tutto questo prima, si sarebbe potuto ma non si è voluto. Lo si sarebbe potuto fare perchè i programmi fino a qualche anno fa avevano davvero un senso e davano un senso anche alla programmazione di Canale 5. Evidentemente si preferisce cambiare. Su Pomeriggio 5 Berlusconi non è stato molto esplicito ma ha fatto capire che se anche non sarà ridimensionato ( ma dovrebbe succedere andando in onda dalle 18 alle 18,45) si parlerà solo e comunque di cronaca.

Estate amara per chi da anni affolla senza motivo i salotti di Canale 5 visto che si dovrà trovare il prima possibile, un lavoro vero.

Seguici anche su Instagram

4 responses to “Cancellati i programmi della d’Urso, il commento di Berlusconi: “Quel tipo di informazione non ha più senso”

  1. Sarebbe il caso che la signora D’Urso, si ritiri con dignità, se sa cos’è, ha stufato, con le sua faccetta ipocrita!!!!!!

    1. Oltre che ipocrita cattiva quando si trattava di commentare la vita altrui ma molto protettiva quando si trattava di lei e del suo contorno famigliare.

  2. Sono programmi che fanno ascolti x un dato periodo dato che erano tutte notizie di gossip che incuriosiscono ma poi annoiano. Personaggi che sinceramente chiamarli vip è come bestemmiare. Nn parliamo di notizie di cronaca. La signora D Urso vestiva i panni da magistrato da avvocato e dava la sentenza. Era ora darci un taglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.