Luciana Littizzetto i figli non la chiamano mamma: “Mi sono abituata”

Luciana Littizzetto a Che tempo che fa ha raccontato dei suoi figli, la sua vita da mamma, per una volta è stata lei l’ospite di Fabio Fazio. A cuore aperto ha confidato che i suoi figli non la chiamano mamma, ma adesso questo non è più un problema, ha capito. E’ dopo il racconto di Maria De Filippi, della sua adozione, che Luciana Littizzetto ha deciso di prendere in affido due ragazzi, di avere dei figli; così la sua vita è diventata più preziosa. Affido e non adozione, tutto è iniziato così ed è un gesto di generosità assoluta, come conferma. Come la Littizzetto ci sarebbero tante altre persone disposte a dare amore e protezione a dei ragazzi, le pratiche andrebbero semplificate. Vanessa e Jordan oggi hanno 26 e 23 anni, da circa 13 anni sono i suoi figli, vivono con lei ma non la chiamano mamma, o meglio la chiamano mamma solo in alcuni momenti.

Luciana Littizzetto tenerezza e risate nel suo racconto sui figli

Ieri a Che tempo che fa ha presentato il suo libro “Io mi fido di te, storia dei miei figli nati dal cuore” e già solo il titolo ci fa desiderare di leggerlo.

“È diversa dall’adozione perché non so cosa succederà, non so se tornerai alla tua famiglia d’origine o rimarrai con me, però intanto io ci sono, questa porta è aperta e ti aiuto a fare un pezzo di vita insieme”. I suoi ragazzi una madre ce l’hanno, ha capito che è per questo che quando sono da soli la chiamano “Lu”: “Mi chiamano mamma davanti agli altri, mentre mi chiamano Lu quando sono soli con me… Non è più un problema, ormai mi sono abituata. Non m’importa”.

Non è stato semplice ma non è mai facile essere madre. Luciana Littizzetto pensa che sia stata la madre che ha ricevuto più chiamate dalla scuola. Racconta che il figlio vendeva i suoi autografi a 1 euro; che tagliava i capelli e li attaccava sotto le ascelle perché i suoi compagni già avevano i peli. Poi c’è Vanessa che ha malattie immaginare, come l’occhio che frigge e il naso che punge e vorrebbe andare sempre dallo specialista. Una mamma speciale, come tante.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.