I funerali di Rossano Rubicondi organizzati da Ivana Trump nella chiesa dove lui pregava

Rossano Rubicondi domenica in

Ivana Trump è stata straordinaria nell’organizzare i funerali di Rossano Rubicondi perché la morte lo aveva sfigurato. A trovarlo è stato Roberto Manfè, l’amico che a New York gli è stato sempre accanto. Roberto lo racconta a Domenica In e spiega che non ha voluto che Ivana lo vedesse ma lei è andata oltre e per lui ha fatto tutto. I funerali a New York li ha organizzati Ivana Trump, a Milano c’è poi stato un altro omaggio, l’ultimo saluto in Italia con le sue ceneri, metà delle sue ceneri: “Ivana ha fatto una cosa straordinaria. Non le ho fatto vedere la salma quel giorno lì ma lei ha detto che a tutti i costi lo voleva salutare. Ha organizzato la camera ardente ed eravamo solo Ivana, la sua assistente, mia moglie ed io e penso che c’erano almeno 500 rose rosse ed era una cosa incredibile da vedere. Per un paio di ore siamo rimasti lì con lui, sono stati bravi perché l’hanno ricomposto ed era bellissimo”. Il giorno dopi c’è stata la cremazione.

L’addio a Rossano Rubicondi, l’ultimo saluto a New York

Abbiamo fatto la funzione, il funerale, nella chiesa dove andava spesso. Ivana lo sapeva che Rossano andava lì a fare una preghiera che faceva anche per gli amici”. Rubicondi ogni volta mandava un messaggio al suo amico Roberto e gli diceva che aveva acceso una candela anche per lui.

“Non c’era molta gente perché Ivana ha voluto mantenere privato il funerale fino al giorno prima ma poi gli ho detto che c’erano amici che volevano esserci e sono arrivati una cinquantina di persone. Il parroco l’ha ricordato, tutti l’abbiamo ricordato”

Poi le ceneri di Rossano Rubicondi, metà delle sue ceneri, sono arrivate in Italia, a Milano, lì il ricordo della sua famiglia, degli amici, di chi l’aveva visto solo in tv. “Resta il suo sorriso e la sua voglia di vivere” sono le ultime parole di Mara Venier per lui.

Seguici anche su Instagram

One response to “I funerali di Rossano Rubicondi organizzati da Ivana Trump nella chiesa dove lui pregava

  1. Voglio ricordarlo come l’ho visto un paio di anni fa a Saint Tropez,da Senequier,il suo sorriso e la sua camminata fendevano l’aria e sprigionava allegria. Mi dispiace molto per quello che ha dovuto passare. Lo abbraccio e pregherò per lui,arrivederci Rossano. Riposa in pace Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.