Protagonista di 90 giorni per innamorarsi rapisce suo figlio e scompare nel nulla: shock negli States

E' scomparso nel nulla per quasi un mese uno dei protagonisti di 90 giorni per innamorarsi portandosi via il bambino: ma qual è la verità?
90 giorni per innamorarsi scomparsi

Paul e Karine Staehle sono stati due dei protagonisti più controversi di 90 giorni per innamorarsi, il noto programma di TLC che in Italia va in onda su Real Time. Paul aveva lasciato la sua vita negli Stati Uniti per andare in Brasile, prendere Karine e organizzare il matrimonio. Mentre erano in Brasile però, la ragazza era rimasta incinta e in realtà i due avevano avuto molto poco tempo per conoscersi ma alla fine avevano deciso comunque di stare insieme e di sposarsi. Successivamente, anche se Paul non aveva un lavoro, entrambi avevano deciso di vivere negli Stati Uniti, dove le cose non erano mai andate nel migliore dei modi e la situazione si era fatta pericolosa, tanto che il programma aveva smesso di seguirli. Oggi si torna a parlare di loro visto che Paul, a tutti gli effetti è un uomo ricercato. L’uomo infatti ha rapito suo figlio, a pochi giorni dalla sentenza di custodia, e al momento, non ci sono tracce nè di lui nè del bambino. Una cosa questa, che non ha stupito molto le persone che via social ( e sui media americani) hanno continuato a seguire le vicende di questa coppia. Karine infatti ha denunciato più volte maltrattamenti e abusi da parte di Paul. I due poi avevano provato a ricucire i rapporti ed è nato anche un secondo figlio ma non c’è stato nessun miglioramento, anzi. Pare che contro l’uomo ci fosse stato anche un divieto di avvicinamento alla sua ex e pochi giorni fa, il dramma.

La situazione è tornata incuriosire il pubblico del programma quando il bollettino della scomparsa di Paul e di suo figlio, è comparso su tutti i media nazionali.

Paul rompe il silenzio e torna a parlare sui social

Dopo che il bollettino è stato pubblicato da Missing People In America la notizia è diventata di dominio pubblico. Le autorità hanno detto a TMZ che il rapporto è stato presentato da funzionari di Losiville, Kentucky, CPS, che avevano già preso il figlio di 16 mesi di Paul, Ethan, dalla casa di sua madre. Paul ha pubblicato dei video sui social media, definendo la situazione triste. Nel frattempo, molti fan del programma, avevano fatto notare che doveva per forza esserci qualcosa di strano in questa vicenda visto che Karine, l’ex di Paul, non aveva in nessun modo denunciato sui social i fatti anzi. Poco prima che la notizia diventasse virale, aveva mostrato delle storie mentre era intenta a seguire gli ultimi episodi di Stranger Things. L’atteggiamento della ragazza aveva quindi fatto pensare a molti, che la situazione non fosse poi così tanto grave, visto che lei non sembrava affatto preoccupata per suo figlio.

La verità di Paul arriva dai social

Paul si è quindi fatto sentire sui social e ha detto che non era scomparso ma era in viaggio di lavoro con il figlio maggiore, Pierre. L’ex protagonista di 90 giorni per innamorarsi, ha dichiarato di aver viaggiato attraverso la Pennsylvania e la Florida in cerca di lavoro dall’inizio di giugno e di aver portato Pierre con sé perché suo figlio soffre di ansia da separazione. Paul ha aggiunto che intende tornare a Louisville il prima possibile e che spera che lui stesso o i suoi genitori possano presto riottenere legalmente la custodia dei suoi figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.