Adriano Pappalardo, una paura che lo perseguita: per questo ha sempre sua moglie accanto

Adriano Pappalardo sta male, confessa una paura che lo perseguita, lo svela a Oggi è un altro giorno
Adriano pappalardo paura

Adriana Pappalardo tutti i giorni ringrazia Dio e chiede che sia benedetto il giorno appena iniziato ma a Oggi è un altro giorno confessa che ha una paura che lo perseguita. Tra alti e bassi della vita i problemi non mancano mai ma con il passare degli anni Adriano Pappalardo ha un terrore dato dal grande amore che ha per la sua famiglia. E’ una paura che hanno molti ma lui sottolinea che deve tenerla a bada. Grande, grosso, temerario però l’attaccamento alla sua famiglia, alla moglie, al figlio, al nipote non gli procurano solo gioia ma la fragilità che arriva dall’età lo porta a chiedere che non accada nulla di male. La salute lo preoccupa, non la sua, quella dei suoi cari. Vorrebbe non accadesse mai qualcosa di brutto, vorrebbe morire prima per non vedere soffrire uno della sua famiglia. E’ un timore che lo perseguita davvero, si augura di morire se dovesse accadere qualcosa a Laerte, a sua moglie, al nipote.

Adriano Pappalardo la paura che accada qualcosa alla moglie al figlio  

Una fragilità che cerca di tenere a bada ma per stare più tranquillo preferisce avere sempre accanto la moglie. Lei lo guada dalle quinte, sorride ormai arresa davanti alla fragilità di un uomo che ama da sempre. Lo conosce bene, più di chiunque altro, sa che lei è parte della sua forza. Pappalardo ribadisce che sua moglie deve stare sempre dove va lui, un concerto, un evento, un’intervista, deve sapere che lei è lì a pochi passi di distanza. E’ un modo per mettere a tacere parte di quella paura che confessa.

Non ne parla con nessuno, non cerca aiuto per superare quella che può trasformarsi in una vera angoscia. “Una paura che mi sta perseguitando nel tempo poi ogni tanto mi calmo e dico che ci toccherà a tutti ma il pensiero di portare mia moglie sempre con me mi rende più sicuro. Lei è anche il mio termometro, mi dice con sincerità se sono stato forte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.