Bake Off Italia 2020: eletti i 3 finalisti ma sul web è polemica su Knam e la cialdiera

A Bake Off Italia 2020 non si può mai stare tranquilli… men che meno in semifinale! I quattro concorrenti rimasti in gara si sono dovuto giocare l’accesso alla finale di venerdì 4 dicembre con le classiche tre prove: la prova creativa, la prova tecnica e la prova a sorpresa; ma come da un po’ di anni a questa parte, scendono in campo i Golden Ticket. Una meccanica di gioco diversa dalla solita liturgia: alla fine di ogni prova, infatti, è stato premiato il miglior pasticcere amatoriale consegnandogli un biglietto e dunque l’accesso diretto alla finale.

Immunità dopo immunità, gli ultimi due concorrenti rimasti nella prova a sorpresa si sono poi dovuto sfidare in un testa a testa finale per conquistare l’ultimo Golden Ticket e quindi l’ultimo posto disponibile in gara. Alla fine delle tre prove, il concorrente senza biglietto è automaticamente l’eliminato. La semifinale di Bake Off Italia 2020 è stata turbolenta anche per una incredibile polemica scoppiata proprio nel testa a testa finale causata da una cialdiera difettosa…

Bake Off Italia 2020: Philippe è il primo finalista

La prima prova della semifinale di Bake Off Italia 2020 è stata la realizzazione di una Torta Sbilenca: una torta di almeno due piani che, nella forma, sembra crollare su se stessa. I giudici hanno cercato difettucci un po’ in tutte e quattro le torte presentate ma la migliore all’assaggio è stata quella di Philippe; l’unico uomo del tendone conquista subito il Golden Ticket.

Bake Off Italia 2020: Sara è la seconda finalista

La seconda prova della semifinale di Bake Off Italia 2020 ha chiesto alle concorrenti di replicare la Galaxy Cake di Ernst Knam: una torta a forma di mezza sfera, decorata con una glassa dai colori e forme psichdeliche ma soprattutto del peso esatto di mezzo chilo; solo se avesse rispettato questo parametro, la torta sarebbe stata in grado di fluttuare grazie ad una speciale base calamitata. La migliore torta è stata quella di Sara, a cui è andato il secondo Golden Ticket.

Bake Off Italia 2020: Monia è la terza finalista

Terza ed ultima prova proposta dai giudici, ha visto le due pasticcere amatoriali preparare dei wafer farciti. La prova sembrava svolgersi abbastanza bene per entrambe fino a quando non accade un imprevisto: la cialdiera di Maria si danneggia; il gancio che chiude l’attrezzo necessita di essere chiuso a mano. Un guaio che costringe Maria a stare ferma sulla cialdiera senza poter continuare con farciture e assemblaggi.

Al contrario, la cialdiera di Monia funziona perfettamente e il suo lavoro va avanti senza sosta. Maria chiede a Monia se può prestarle il suo arnese ma lei – dovendo giustamente continua a sfornare cialde – si dice irremovibile. La produzione sembra volersene lavare le mani fino a quando a sorpresa arriva Ernst Knam sotto il tendone.

Il giudice striglia Monia dicendo che non si sta comportando da amica con Maria e, dandole della persona poco corretta, le toglie la cialdiera dal bancone per consegnarlo a Maria. L’accusa mossa dal giudice non va giù a Monia, che a questo punto minaccia di voler mollare il programma! La Parodi e la stessa Maria la tranquillizzeranno e la convinceranno a tornare al suo bancone a lavorare.

Sul web è ovviamente esplosa la polemica: possibile che la produzione non avesse una cialdiera di riserva? E perché accusare platealmente Monia di scorrettezza quando, al contrario, si è sempre dimostrata aperta ad aiutare tutti?

In ogni caso, il terzo ed ultimo biglietto lo assegna Csaba Dalla Zorza che sottolinea come questo premio non venga dato solo ai migliori wafer ma tenendo conto di “tutto il percorso” fatto a Bake Off. Passa Monia. Eliminata Maria.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.