Erminio Sinni da Sanremo a The Voice Senior, c’è un’altra occasione

Impossibile non riconoscere la voce di Erminio Sinni a The Voice Senior anche se dal suo festival di Sanremo sono passati tanti anni. Era l’anno in cui vinse Laura Pausini con La Solitudine, era il 1993 ed Erminio Sinni cantava la meravigliosa ‘L’amore vero’. Si ritrova ospite nel salotto di Oggi è un altro giorno ed è The Voice Senior che gli sta dando un’altra occasione. “E’ stato emozionante perché non mi aspettavo che si girassero tutti” Sinni ha scelto Loredana Bertè come coach e confessa che l’ultima nota l’ha anche stonata proprio perché ha aperto gli occhi e si è emozionato tanto. Dopo la puntata del talent di Antonella Clerici ha fatto l’alba con la sua compagna per rispondere a tutti i commenti dei suoi fan. Al festival di Sanremo arrivò quinto con due premi: per la musica e per il testo, un brano prodotto da Riccardo Cocciante. Era arrivato a toccare il successo: “E’ andata così ma molto probabilmente non ero preparato io a gestire questa situazione”. Ha sempre vissuto di musica Erminio Sinni ma passare dalle stelle alle stalle dopo Sanremo non è stato semplice anche se l’ha vissuta come una grande lezione di vita che l’ha reso migliore scavando dentro se stesso e trovando le cose essenziali, anche il gioire delle serate di pianobar.

GRAN SUCCESSO PER ERMINIO SINNI GRAN SUCCESSO PER THE VOICE SENIOR

 “The Voice Senior ci fa davvero capire che nel mondo ci sono tante persone brave a cantare che spesso non hanno occasione e tutti quelli che ho visto mi sembrano bravissimi cantanti” commenta Gigi Marzullo. 

Ad accompagnare Sinni venerdì sera c’erano sua madre e Rossella, la sua compagna che gli ha sconvolto la vita. Non si è mai sposato e pensa che lei sia la donna giusta e lei lo sa. Un rosario al collo e si parla di fede: “Rossella l’ho conosciuta grazie a questo, era una mia fan e poi abbiamo iniziato a parlare di fede”.

ERMINIO SINNI HA AVUTO IL COVID E DEVE TUTTO AI MEDICI E AGLI INFERMIERI

“Mia mamma e mia sorella erano infermiere” si emoziona Erminio, si scusa ma ricorda che la medicina che l’ha aiutato è stato il calore, l’essere rassicurato da medici e infermieri. Ha avuto il covid, ma pensa che non saprà mai chi sono le persone che l’hanno salvato. Conosce i loro nomi ma non sa realmente chi siano. Chiama compagni di cella le altre persone che erano ricoverate con lui: “Sono arrivato impaurito perché dopo mesi di quello che si vedeva in televisione, sono andato in ospedale, non respiravo e avevo la polmonite bilaterale. Gli applausi di The Voice Senior sono per loro perché servono i polmoni per cantare”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.