L’imbarazzo di Mika: Hell Raton ha avuto il covid ma era il segreto di X Factor

Non solo musica ed eliminazioni per X Factor 2020 ma anche Mika che svela segreti e questa volta è toccato ad Hell Raton. Il giudice più giovane ha avuto il covid ma non lo sapeva nessuno e non doveva saperlo nessuno. Da ieri sera la notizia è di dominio pubblico ma con grande imbarazzo del giudice libanese che sganciata la bomba ha continuato a sorridere colpevole e dispiaciuto. Hell Raton non ha potuto che confermare tutto spiegando immediatamente che è stato in quarantena, che ha superato tutte le difficoltà seguendo a distanza i suoi cantanti supportato soprattutto da Emma Marrone. Quindi il contagio è avvenuto prima dei Live di X Factor. Non c’è stato nemmeno il tempo della polemica, non è il programma adatto e soprattutto ciò che conta è che nessun altro sia stato contagiato, che X Factor 2020 si sia salvato. Un attimo dopo torna però alla mente che Alessandro Cattelan ha saltato le prime puntate, non ha condotto perché anche lui positivo al coronavirus, ma questo non si poteva nascondere, lo show stava per andare in onda.

X FACTOR 2020 HA EVITATO DI GENERARE PANICO

Un segreto che la produzione e i protagonisti avrebbero voluto mantenere per sempre per evitare inutile panico. Tutto si è comunque risolto attivando i protocolli di sicurezza, a parte l’imbarazzo di Mika. Il più schietto tra i giudici ci ha messo un attimo a gelare tutti in studio. La stessa spontaneità l’ha avuta Hell Raton commentando subito che nessuno sapeva della notizia, nessuno sapeva che lui aveva avuto il coronavirus.

Il tutto si è concluso voltando subito pagina con l’affettuoso grazie di Hell Raton a Emma, un finale ben diverso dalla precedente puntata dove tutti sembravano contro tutti. Intanto MyDrama era lì con le lacrime agli occhi pronta a dire addio al suo sogno e alla finale. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.