Natalia Paragoni ricoperta di critiche sui social risponde dopo il pessimo regalo fatto ad Andrea

E’ arrivato il momento di Natalia Paragoni. Nel giorno di Natale, tutti i telespettatori del Grande Fratello VIP hanno giocato al piccolo chirurgo, ops no al piccolo detective, per capire che cosa mai volesse dire Natalia con il biglietto e il regalo mandato ad Andrea Zelletta per Natale. Ore e ore con quel bigliettino in mano le ha passate anche Andrea, che ha cercato di capire perchè la sua fidanzata gli abbia voluto rovinare il giorno di Natale ma poi una spiegazione se l’è data. Nessun film mentale ma una cosa piuttosto banale: ha capito che Natalia si sarebbe aspettata di passare con lui le feste, il giorno del suo compleanno magari. E invece lei è sola fuori, mentre Andrea si gode il “suo Natale” nella casa del Grande Fratello VIP 5.

Nessuna paranoia. Del resto Andrea ha più volte ripetuto nel corso della serata di avere la coscienza pulita e di essere invece deluso dal fatto che a differenza degli altri familiari, Natalia non lo abbia appoggiato nella sua decisione di restare in casa, sin dalla telefonata fatta per il confronto.

Natalia Paragoni risponde sui social alle critiche per il regalo fatto ad Andrea

Natalia è stata travolta dalle critiche, anche dai commenti offensivi di chi crede abbia fatto tutto questo solo per cercare visibilità. E alla fine la ragazza ha deciso di rispondere. Ha scritto su Instagram che la gente si sta facendo troppi film mentali, che lei ama il suo fidanzato più di ogni altra cosa al mondo. E allora perchè uscirsene con quel gesto infantile?

La Paragoni non ha parlato in modo diretto del regalo fatto a Zelletta e non ha dato spiegazioni ma ha detto in modo chiaro di amare il suo Andrea. Dobbiamo aspettarci di vederla lunedì sera davanti alla porta rossa per un confronto con il suo fidanzato? Vedremo…

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.