Artrite o dolori passeggeri in inverno? Ecco come scoprirlo

Con l’avanzare dell’età, è normale accusare con molta più frequenza dei dolori articolari nella schiena o nel collo che devono essere tenuti sotto controllo: se continuano a persistere o a peggiorare a livello di intensità, sarà opportuno parlare con il nostro medico per capire se si tratta di disturbi passeggeri o di reumatismi, in particolare in inverno.

Quando parliamo di reumatismi, ci riferiamo a quelle patologie che si manifestano in forma acuta o cronica (ossia duratura nel tempo), che possono essere generate da diverse cause ma che, al tempo stesso, sono accomunate tra loro dalla sensazione di dolore che coinvolge il tessuto muscolare e le articolazioni, soprattutto quelle che muoviamo con più frequenza (come collo e schiena).

Nel caso in cui il dolore dovesse peggiorare o perdurare per un lungo lasco di tempo, come nel caso dell’artrite reumatoide, bisogna fare attenzione a monitorare il malessere con una certa attenzione, poiché il danno a cui si potrebbe arrivare potrebbe essere una forma anche minima di invalidità nella zona del corpo interessata.

Eppure spesso accade che il male alle articolazioni si riveli un semplicissimo dolore da postura: si tratta di un male alle ossa che viene provocato da pessime abitudini di vita come la sedentarietà, la poca attività sportiva o il fatto di adottare spesso delle posture corrette, soprattutto quando si sta seduti, quando si svolge le faccende domestiche, ma anche quando si dorme.

In quest’ultimo caso sarà davvero molto semplice risolvere il problema: non dovrete ricorrere a sistemi dispendiosi o a sedute da fisioterapisti. Basterà semplicemente fare attenzione al modo in cui ci si approccia al nostro corpo durante i momenti più diversi della giornata.

Di fondamentale importanza, poi, prendere la buona abitudine di svolgere quotidianamente attività sportiva, soprattutto se si fa un tipo di lavoro piuttosto sedentario. E poi camminate molto, ogni volta che ne avete l’occasione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.