Il centrifugato alla frutta di oggi di Evelina Flachi, il semaforo del benessere

Puntata del lunedì 18 aprile 2016 per La prova del cuoco e oggi in studio con Antonella Clerici c’è la dottoressa Evelina Flachi che ci parla di frutta, quindi del semaforo del benessere. Nello spazio del semaforo rosso del benessere della Flachi c’è lo stop alle fragole, kiwi e frutta secca per i bambini molto piccoli. I pediatri consigliano di evitarli perché i piccoli non hanno ancora sviluppato il sistema immunitario. In caso di disturbi gastrointestinali al semaforo giallo la Flachi ci dice che la frutta non andrebbe consumata dopo i pasti, anche se di certo non è solo la frutta a creare disagio quando consumato dopo i pasti. Antonella Clerici, che oggi è tornata nelle cucine de La prova del cuoco dopo le coliche della scorsa settimana, è a dieta per riprendersi del tutto e tra le cose che può mangiare c’è la frutta.

La Flachi ha pensato a lei che in genere assaggia il suo centrifugato del benessere. Ma passiamo al semaforo verde della nutrizionista de La prova del cuoco e troviamo il via libera alla frutta fresca di stagione, 2 o 3 porzioni al giorno magari al momento dello spuntino se non possiamo consumarla in altri momenti. Ma tutti i frutti con i semimi non devono essere consumati da chi ha problemi di diverticoli. La Flachi chiarisce che l’ananas non fa dimagrire ma la bromelina ha una funzione antinfiammatoria, anti edema ma è nella parte centrale dura. E’ di certo un frutto che se mangiato dopo la carne aiuta a digerire le proteine. Le fragole sono ottime per chiudere il pasto. Le banane utili se abbiamo la colite perché è un probiotico. Passiamo al centrifugato con ananas, kiwi, mela e fragole. Non dobbiamo aggiungere zucchero.

Qui le ricette di oggi de La prova del cuoco – clicca qui

One response to “Il centrifugato alla frutta di oggi di Evelina Flachi, il semaforo del benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.