Attenzione alla biancheria da letto colorata, potrebbe essere pericolosa

Quando comprate le lenzuola fate caso al colore oppure scegliete in base alle preferenze. Da oggi fate attenzione al rosso e al nero, sono colori ritenuti pericolosi. Si sa che i colori scuri sono più ricchi di agenti chimici nelle colorazioni, ma in realtà il pericolo non viene da questo ma da fatto che sia il nero che il rosso potrebbero attrarre o repellere le cimici. Si le cimici quei piccoli insetti odiosi che si nutrono di sangue umano che possono infestare materassi e biancheria. Da un recente studio pubblicato sul Journal of Medical Entomology, sembra proprio che le cimici, amino questi due colori, appunto il rosso e il nero.

Fate attenzione quindi alla scelta della vostra biancheria da letto, perché potreste ritrovarvele. Lo studio è stato portato avanti da alcuni ricercatori statunitensi guidati dal Professor Corraine McNeil. Come possiamo allora tenere lontano questi piccoli insetti? Scegliendo – spiegano i ricercatori – i colori giallo e verde. Questi due colori infatti sono poco apprezzati dalle cimici, rispetto al rosso e nero che li attira molto.

COME ELIMINARE LE CIMICI DAI LETTI TUTTI I CONSIGLI – LEGGI QUI

Come mai però ci siamo chiesti? Ecco la risposta degli studiosi della recente ricerca: “In genere sono due colori poco apprezzati anche da altri insetti come zanzare e pappataci. Il motivo dovrebbe essere collegato alla brillantezza di questi colori – continuano i ricercatori – che quindi ricordano un ambiente naturale all’aperto, non accogliente per loro e nel quale non possono ambire alla sopravvivenza”. La convinzione del perché invece amino il rosso e il nero pare sia dovuta al fatto che ricorda ed è più legata ai colori del sangue, che ovviamente li tiene in vita. Quindi attenzione non scegliete i due colori, e se proprio non potete farne a meno controllate sempre biancheria e materassi. I materassi infatti sono l’habitat ideale per le cimici, che si intrappolano dentro di essi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.